Mostra dell’Artigianato: sabato dedicato alla cultura

Il sito internet del Comune di Feltre
Il sito internet del Comune di Feltre

FELTRE – Sarà una giornata dedicata ai libri quella di sabato alla Mostra dell’Artigianato. Subito dopo la premiazione del concorso di design per la valorizzazione delle pietre locali che si terrà alle ore 10.00 in Sala degli Stemmi, infatti, il prof. Mancuso presenterà il suo libro “La piazza nella città europea” e alle ore 18.00 sarà la volta di Walter Basso con “I due volti della morte nera. Morire di carbone in Belgio.”

Franco Mancuso, architetto, è nato a Venezia ed è docente di progettazione presso l’Università IUAV. In questo libro racconta la piazza, luogo pubblico per eccellenza, come concetto urbanistico ed elemento dinamico e vitale che ha contribuito a definire l’identità culturale europea e la sua evoluzione storica. La piazza è vista come spazio aperto, fisico ma anche archetipo della convivenza civile, sede di passaggi, incontri, scambi e luogo in cui si concentrano progetti epocali, restauri e trasformazioni urbanistiche e architettoniche. Gli interventi che compongono il libro sono l’esito della collaborazione tra le Università di diversi paesi europei.

Il volume si inserisce nell’ambito della mostra “Piazze d’Europa, piazze per l’Europa” in cui gli esempi di rivitalizzazione di piazze europee di diversi contesti geografici, storici e culturali. I casi saranno esposti in Piazza Maggiore fino al 1° luglio.

Sempre alle 10.00, da Porta Imperiale partirà la Caccia alle Roste, nata da un progetto dell’Associazione “Il Fondaco per Feltre”, dedicata a bambini e ragazzi. Alle ore 18.30 si esibirà in Piazza Trento-Trieste il gruppo musicale Le Cardamomò.

Alle ore 18.00 in Sala degli Stemmi l’altro atteso incontro con l’autore. Si tratta di Walter Basso che presenterà “I due volti della morte nera. Morire di carbone in Belgio.” È un libro scritto per non dimenticare quello che fu il sacrificio di migliaia di uomini mandati nelle miniere in Belgio per cercare di dare un futuro migliore all’Italia straziata dalla guerra. Era il 1946 quando il governo italiano stipulò il famoso patto “lavoratori in cambio di carbone” che portò nel corso di pochi anni al trasferimento di quasi 70.000 uomini nelle nere miniere del nord Europa.

L’autore, che nella vicenda ha perso sia padre che zio, descrive in maniera appassionata questa storia straziante che egli stesso definisce “un crimine contro l’umanità”. I minatori, infatti, scendevano a 1200-1600 metri di profondità e risalivano solo la sera, completamente anneriti dal carbone. Lavoravano nelle viscere della terra seminudi a causa delle temperature elevate, al buio, respirando a pieni polmoni la polvere di silicio e con la paura costante del grisou. Chi riuscì a tornare in patria non fu più fortunato: molti morirono negli anni a causa della silicosi.

Alle ore 19.00, lungo la cittadella, sfileranno l’Ente Palio e i quattro quartieri della città. Dalle 20.00 presso la Chiesa di San Giacomo si potrà assistere al concerto per pianoforte e flauto con l’accompagnamento del coro. Alle ore 21.00 in Piazza Maggiore ci sarà il concerto dell’Orchestra della Speranza per raccogliere fondi a favore dell’Associazione Conz di Sedico.

L’entrata sarà gratuita fino a sabato mattina. Dalle ore 14.00 di sabato e domenica per tutto il giorno si entrerà a pagamento con un biglietto di 5€. Gli stand saranno aperti dalle 10.00 alle 24.00. Durante la manifestazione saranno attivi punti di ristoro al Vescovado Nuovo con il G.I.L.F. e al Castello con i quartieri Castello e Port’Oria.

Informazioni su Redazione 10471 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.