Sabato a Belluno allestiti i Cantieri d’Arte Pubblica

Allestiti i cantieri d'Arte Pubblica a Belluno (Fabio Barito)
Allestiti i cantieri d'Arte Pubblica a Belluno (Fabio Barito)
Allestiti i Cantieri d’Arte Pubblica a Belluno (Fabio Barito)

BELLUNO – Il 25 maggio, dal primo pomeriggio fino a tarda serata, si è tenuta la tappa Bellunese del Festival di Cantieri d’Arte Pubblica, un progetto che ha visto la collaborazione tra il Comune di Pordenone, capofila del progetto, ed il Comune di Belluno realizzato nell’ambito di “Creatività giovanile”, promosso dal Dipartimento della Gioventù – Presidenza del Consiglio dei Ministri – Associazione Nazionale Comuni Italiani.

Complessivamente si sono messi all’opera 12 artisti impegnati nella realizzazione di oltre 20 interventi artistici studiati specificatamente per interagire con luoghi e persone delle due città, per un periodo di circa un anno.

Il Festival di sabato, atto conclusivo della rassegna per quanto concerne Belluno, si è sviluppato lungo l’itinerario di un’ideale metropolitana: ad ogni fermata concettuale una performance, uno stimolo o una provocazione.

Susanna Cro (Attrice, Performer), Rajeev Badhan (Regista, Attore, Performer), Francesca Barp (Antropologa), Marta Farina (Illustratrice), Denis Perera (Mastro vetraio), Federica Menin (Artista) gli artisti bellunesi che hanno proposto i propri lavori, alternati a quelli dei colleghi friulani.

Per chi si fosse lasciato sfuggire l’occasione, venerdì 31 maggio, il Festival replica nella vicina Pordenone.

Il compito di concludere questa tappa Bellunese, con un concerto al Teatro Comunale aperto dai giovani Full Five System e Buffled Smoke,  è spettato ai nostrani Maci’s Mobile. Ancora una volta la band tutta bellunese, per nulla intimorita ma, al contrario, galvanizzata dalla location non propriamente usuale, si è distinta con il proprio solito impatto ed impasto di sonorità Reggae, Ska, Hip-Hop che fanno bella mostra di sé su di un impianto sonoro dall’anima rock.

Un’ottima conclusione per un festival che ha proposto un’occasione diversa per interrogarsi su diversi aspetti e spazi della città di Belluno, permettendo, a chi lo desidera, di interpretare luoghi consueti osservandoli da una prospettiva inusuale fornita dai molteplici linguaggi dell’arte.

no images were found

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.