Allarme per forristi non rientrati, ma erano solo in ritardo

I volontari del Soccorso Alpino nella preparazione dell'attrezzatura (Luca Mares)
I volontari del Soccorso Alpino nella preparazione dell'attrezzatura (Luca Mares)
I volontari del Soccorso Alpino nella preparazione dell’attrezzatura (Luca Mares)

CLAUT – Ieri sera attorno alle 21.30 è scattato l’allarme per il mancato rientro di 11 forristi italiani, provenienti da città diverse, partiti in mattinata per una giornata di torrentismo e irraggiungibili al cellulare.

Inizialmente non si sapeva quale valle tra Erto, Cimolais e Claut sarebbe stata discesa dalla comitiva, finchè le auto non sono state rinvenute parcheggiate un paio di chilometri dopo Claut, nella frazione di Lesis, dove parte il percorso di avvicinamento alla valle del torrente Ciolesan.

Sul posto sono quindi state fatte convergere le squadre di tecnici forristi del Soccorso alpino e speleologico di Belluno, Vicenza, Verona e Padova, con personale sanitario, materiale medico e barella stagna, assieme al Centro mobile di coordinamento, in supporto ai soccorritori friulani.

Fortunatamente poco prima delle 23 il gruppo è rientrato autonomamente. Stavano tutti bene, ma avevano accumulato ritardo poichè lungo il percorso avevano dovuto superare la lingua di neve di una valanga, caduta in precedenza all’interno della forra.

Informazioni su Redazione 10422 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.