Hockey serie A: il Cortina non si arrende e passa il turno

La tifoseria Fatti Duri di Cortina d'Ampezzo (Luca Mares)
La tifoseria Fatti Duri di Cortina d'Ampezzo (Luca Mares)
La tifoseria Fatti Duri di Cortina d’Ampezzo (Luca Mares)

Gli ampezzani sbancano Collalbo nella decisiva gara 7 dei quarti di finale. Il Cortina vince 5:3 e vola per il secondo anno di fila in semifinale. Finisce amaramente la stagione del Renon. Doppietta di Edwardson e Dingle e prova di carattere della compagine di Clayton Beddoes. Giovedì via alle semifinali: Valpellice –  Cortina e Val Pusteria – Asiago.

RENON – Il Cortina vola in semifinale per il secondo anno di fila, il Renon deve abdicare la corsa scudetto. A Collalbo formazioni annunciate alla vigilia, con un`assenza per parte. Nel Renon fuori Matteo Rasom, Cortina senza Andrea Baldo (lussazione alla spalla, stagione finita). All`Arena non c`è il tutto esaurito, ma il clima è molto caldo. Buona rappresentanza di tifosi giunti dall`Ampezzano. Primo tempo molto vivace. Il Renon prova a fare la partita, ma il Cortina concede pochi varchi e mostra di essere con la testa già in partita. Inizio nervoso, Gron e Ramsay si “beccano” e finiscono subito in panca puniti: un antipasto di una sfida che si rivelerà molto accesa. Prima chance, colossale, sulle stecche del Renon. Domenico Perna raccoglie un disco nello slot ma spara altissimo a due passi da Levasseur. Il Cortina reagisce subito, De Bettin ha l`occasione per sbloccare la contesa in powerplay (out Hafner), ma è poco scafato davanti a Pogge. Al 7.07 Renon micidiale in contropiede: Lorenz Daccordo parte in velocità, disco per Dan Tudin che mette nel sacco l`1:0. Cortina scosso? Nulla di tutto ciò. Agli ampezzani bastano 27 secondi per impattare: Luca Felicetti semina il panico nel terzo offensivo, Derek Edwardson raccoglie l`invito e non sbaglia. Siamo 1:1. La partita cambia volto. Il Renon soffre, gli ospiti dominano in zona neutra e spezzano il ritmo a Mitchell e compagni. Cortina più reattivo e presente in pista, Le occasioni migliori però le ha il Renon. Scelfo, poi Jacina e Tudin, mancano la rete del 2:1.

Nel secondo drittel il Renon rimane con la testa negli spogliatoi. Gli ospiti ne approfittano e cambiano volto alla partita. Al 21.48 Derek Edwardson sfrutta una superiorità numerica e piazza un tiro sotto l`incrocio che non lascia scampo a Justin Pogge. Il Cortina domina e vola sul 3:1, dopo appena 50 secondi. Ryan Dingle si fa trovare pronto sul lato debole e centra il bersaglio grosso. Renon scosso e sotto shock, ma il 3:1 è specchio fedele di quanto avviene in pista. Le prime linee in pista si annullano a vicenda, Stanislav Gron lotta come un leone davanti alla porta ed è lui a trascinare i suoi. Al Renon mancano le idee, ma il gol che riapre i conti arriva nel momento più difficile. Animi accesi sul ghiaccio, Christian Menardi e Michele Zanatta vanno in panca puniti. In 5 contro 3 ecco la fiammata di Ryan Ramsay: la stella dei Rittner Buam trova il varco giusto e rianima la sua partita, insaccando davanti a Levasseur. Per l`attaccante del Renon, fino a quel momento poco presente, arriva un gol che mancava dallo scorso 3 novembre. Il Renon adesso ci crede, la squadra di Wilson va avanti a fiammate. Il Cortina non soffre, ma deve abbssare il baricentro. Thomas Spinell sfiora il pareggio, nel finale clamorosa occasione mancata da Chris Durno, che davanti a Levasseur, controlla il disco ma alza la mira. Secondo tempo con gli ospiti avanti 3:2.

Il terzo tempo non decolla. La partita la fa il Renon, i padroni di casa attaccano all`arma bianca. Ci provano Klaus Ploner, Ingemar Gruber e Domenico Perna ma la porta di Levasseur sembra stregata. Il Cortina deve subire, ma aspetta l´avversario e al momento giusto, piazza il micidiale 1-2. Al 51.09 David Bowman scaglia un missile dalla blu, che non lascia scampo a Pogge. Dopo 31 secondi arriva il 5:2. Renon troppo scoperto, Luca Felicetti trova davanti a sé una prateria e si invola, disco in mezzo e Ryan Dingle (tra i migliori dei suoi) non sbaglia. Per il Renon è una mazzata non indifferente. I Rittner Buam non si arrendono, Greg Jacina manca la porta da posizione favorevole. Il gol della speranza arriva 54.21: T.J Kemp conclude al volo dalla blu e fa 5:3. Renon avanti tutta, le mischie davanti a Levasseur non sortiscono gli effetti sperati. Finale di gara molto intenso. Il Renon toglie Pogge, ma la musica non cambia. Levasseur alza il muro e resiste fino alla terza sirena. Il Cortina chiude la serie 4:3 e compie il capolavoro. Per il Renon, finale di stagione amaro.

Ritten Sport Renault Trucks – Hafro Cortina 3:5 (1:1, 1:2, 1:2)

Ritten Sport Renault Trucks: Justin Pogge (Josef Niederstätter); Kevin Mitchell, T.J Kemp, Ingemar Gruber, Fabian Hackhofer, Markus Hafner, Klaus Ploner, Ruben Rampazzo; Dan Tudin, Greg Jacina, Domenico Perna, Chris Durno, Alex Frei, Emanuel Scelfo, Mathias Fauster, Lorenz Daccordo, Thomas Spinell. Coach: Rob Wilson.

Hafro Cortina: J.P Levasseur (Renè Baur); Paul Albers, Darrell Hay, Luca Zandonella, David Bowman, Michele Zanatta, Luca Zanatta; Giorgio De Bettin, Luca Felicetti,  Erik Weissmann, Derek Edwardson, Ryan Dingle, Stanislav Gron, Andrea Moser, Francesco Adami, Christian Menardi. Coach: Clayton Beddoes.

Arbitri: Cassol, Metelka, Zatta, Unterweger.

Reti: 1:0 Dan Tudin (7.07), 1:1 Derek Edwardson (7.30), 1:2 Derek Edwardson (21.48), 1:3 Ryan Dingle (22.38), 2:3 Ryan Ramsay (27.35), 2:4 David Bowman (51.09), 2:5 Ryan Dingle (51.40), 3:5 T.J Kemp (54.21).

Informazioni su Redazione 10973 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

1 Trackback / Pingback

  1. Hockey serie A: il Cortina non si arrende e passa il turno | Belluno 24h

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.