Burocrazia e montagna, passa l’emendamento Bond sui collegamenti sciistici

Al centro Dario Bond
Al centro Dario Bond
Al centro Dario Bond

VENEZIA – Via libera al nuovo piano neve da parte della Seconda Commissione consiliare e via libera a un importante emendamento presentato dal capogruppo del Pdl Dario Bond che prevede una forte sburocratizzazione per gli operatori del settore.

L’emendamento afferma che se un collegamento sciistico è già previsto dai piani urbanistici comunali non serve promuovere alcuno studio di fattibilità.

«Sembra incredibile, ma fino a oggi un operatore doveva ripetere più volte la stessa procedura autorizzatoria per lo stesso collegamento: piano neve regionale, piano urbanistico comunale e studio di fattibilità. Con questo emendamento si salta l’ultimo passaggio nella convinzione che già la pianificazione urbanistica comunale e quella specifica regionale con la formulazione della Vas – la valutazione ambientale strategica – siano necessarie e sufficienti per garantire le esigenze del territorio e dei soggetti coinvolti», spiega Dario Bond.

Non ha dubbi Renzo Minella, presidente di Anef, l’associazione che riunisce gli impiantisti della montagna veneta: «Questo emendamento è in linea con le nostre richieste. L’abbattimento dei costi e dei tempi burocratici restano una priorità per il nostro settore».

Informazioni su Redazione 10471 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.