Cinque anni di servizio civile in Veneto: la voce dei protagonisti

La sede del Centro servizi per il Volontariato a Belluno
Centro servizi per il Volontariato a Belluno

L’appuntamento il 6 dicembre a Mestre presso il Centro congressi della Provincia di Venezia. Protagonista anche il territorio bellunese.

BELLUNO – La Regione Veneto, a quasi sei anni di gestione diretta del Servizio civile nazionale, ha promosso una ricerca sui giovani che dal 2007 ad oggi hanno vissuto questa esperienza.

I risultati della ricerca saranno diffusi giovedì 6 dicembre, dalle 9 alle 13, presso il Centro congressi della Provincia di Venezia, in via Forte Marghera191 aMestre.

L’occasione sarà il convegno “Cinque anni di Servizio civile in Veneto. La voce dei protagonisti”, durante il quale verranno presentate alcune significative esperienze di Servizio civile. L’indagine della Regione Veneto porta risultati davvero interessanti.

Un anno di Servizio civile, a detta degli stessi ragazzi, ha offerto nuove competenze, rafforzato l’impegno politico e sociale, più attenzione al territorio, ai bisogni dei cittadini e alla società nella quale si vive.

L’apertura dei lavori sarà affidata a Mario Modolo, dirigente Servizi Sociali della Regione del Veneto e Direttore dell’Osservatorio Regionale Politiche Sociali.

Sarà il professor Nicola De Carlo dell’Università di Padova a fornire i dati dello studio della Regione per cogliere tutto il valore dell’esperienza veneta, mentre Raffaele De Cicco offrirà un’interpretazione dal suo punto di vista privilegiato di Coordinatore dell’Ufficio Nazionale del Servizio Civile.

Molto spazio verrà dato, ovviamente, ai protagonisti: Enti promotori dei progetti e giovani.  Il convegno parlerà anche bellunese, visto che sarà Angelo Paganin, referente del Servizio Civile presso il Comitato d’Intesa tra le associazioni volontaristiche della provincia di Belluno e consulente del Csv di Belluno a moderare il confronto tra i giovani e l’assessore alle Politiche sociali della Regione Veneto Remo Sernagiotto, cui saranno affidate le conclusioni della giornata.

Le informazioni raccolte consentiranno alla Regione Veneto di implementare e migliorare le scelte future rivolte ai giovani e all’intera popolazione veneta con i suoi bisogni assistenziali, educativi, culturali, ambientali, nonché agli enti pubblici e privati accreditati al sistema del Servizio Civile.

Per informazioni è possibile rivolgersi alla Segreteria organizzativa, presso l’ Osservatorio Regionale Politiche Sociali, e-mail osservatorio.politichesociali@regione.veneto.it, telefono 041 279 1735-1382.

Iscrizioni su www.osservatoriopolitichesociali.veneto.it.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.