Valentina Manfroi: “volontaria a Casa Pollicino in Romania”

Giuli, Beatrix, Sebi, Andreea e la volontaria bellunese Valentina in un giorno “colorato” a Casa Pollicino
Giuli, Beatrix, Sebi, Andreea e la volontaria bellunese Valentina in un giorno “colorato” a Casa Pollicino

BELLUNO – A Casa Pollicino di Petrosani da oltre un mese sta prestando la propria opera assistenziale una giovane volontaria agordina.

Valentina Manfroi, questo é il suo nome, é entrata in Romania alla metà del mese di ottobre scorso, accompagnata dalla mamma e dalla zia.

Proprio la zia Lucia, sempre di Agordo, é una delle prime amiche e collaboratrici dell’associazione, attraverso un consolidato rapporto iniziato con la raccolta e sistemazione di molti indumenti della vallata in occasione del primo viaggio umanitario del febbraio del 2002.

Valentina, ha approfittato di un periodo di riposo dal lavoro per effettuare questa esperienza personale e mettere a disposizione della struttura del Pollicino il proprio tempo e la propria esperienza assistenzialistica di animatrice maturata presso alcune strutture bellunesi.

La giovane volontaria si é inserita immediatamente nella vita e nel lavoro di accoglienza e sostegno dei 75 bambini disabili o in disagio sociale accuditi quotidianamente.

Proficuo e di simpatia é anche il rapporto con tutte le dipendenti della struttura ed in particolare con la direttrice Florentina Presecan.

Questa esperienze, nata dalla volontà di Valentina, potrebbe rappresentare uno sviluppo futuro per l’impegnativa gestione della Casa Alloggio, che ricordiamo è effettuata direttamente da Belluno con un impegno quotidiano dei volontari ed economico di quasi 10 mila euro al mese.

Dicevamo che questa nuova esperienza potrebbe aprire una nuova frontiera di impegno per tutte quelle persone che hanno una esperienza e sensibilità nei confronti del lavoro con i disabili,  quali non avendo più una occupazione in Italia, potrebbero investire il proprio tempo diventando volontari del Pollicino per alcuni mesi a Petrosani.

Questa é un’esperienza personale che arricchisce e rafforza, che permette di aiutare concretamente la Casa Pollicino, che da stimoli e fiducia ai volontari del Pollicino impegnati oltre ogni ragionevole sforzo nel continuare a mantenere la struttura rumena.

Valentina farà ritorno in Italia per le vacanze di Natale e speriamo che nei prossimi mesi, attraverso il racconto della sua esperienza, altri giovani intraprendano questa avventura, che aiuta il Pollicino ma che soprattutto fa bene a se stessi.

A seguire un pensiero di Valentina… direttamente da Casa Pollicino!

Ecco credo che questa fotografia possa riassumere bene il mio viaggio fino a questo momento.

Non ci sono molte parole in realtà… perchè quando ti ritrovi di fronte ad immagini come questa, credo diventi tutto molto chiaro e semplice.

Quì il tempo scorre velocissimo, assorbiti da sorrisi, emozioni, sguardi, abbracci… direi in tutta sincerità che la parola giusta è FELICITA’.

Una parola che può sembrare sbagliata per definire questo posto..ma quì, vicino a tutte queste meraviglie comprendi che è la parola più esatta e naturale!

E credo lo si possa vedere!

Vi lascio ammirare Giuli, Beatrix, Sebi, Andreea ed io in un giorno “colorato”, vi lascio con una frase che credo possa accompagnare al meglio questo mio percorso.

“SI QUIERES VIVIR UNA FIDA FELIZ, ATALA A UNA META, NO A UNA PERSONA O A UN OBJECTO” (Albert Einstein)

Un caro saluto da Valentina e dai bambini di Casa Pollicino!

2 Commenti

  1. Sono molto contento dei relazioni e racconti che fate su Pollicino: continuate così ci vogliono racconti di umanità generosità felicità come questo
    GRAZIE

    Fabrizio

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.