Lavori alla rete idrica di Valle di Cadore

La nuova tubazione
La nuova tubazione

VALLE DI CADORE – Sarà messa in esercizio, tra oggi giovedì 8 e venerdì 9 novembre, la nuova tratta acquedottistica realizzata da Bim Gsp in località Le Saline in comune di Valle di Cadore.

La nuova condotta, lunga complessivamente 170 metri e posizionata tra le pareti vertiginosamente a strapiombo dell’Antelao, andrà a collegarsi all’acquedotto Vallesina a quota 1500 m di altitudine e sostituirà integralmente la porzione di tubazione travolta e danneggiata ad inizio settembre da una frana staccatasi dalla parere sud della vetta.

Intenso e serrato il lavoro svolto in soli 15 giorni dalle maestranze messe in campo da Bim Gsp: con due cantieri operativi in stretto raccordo, uno in quota ed uno a valle, l’esecuzione dei lavori è avvenuta in tempi assolutamente rapidi, prima che il gelo invernale potesse avere la meglio.

Mentre a valle gli operatori di Bim Gsp hanno giornalmente predisposto le varie porzioni di condotta flangiate in modo da rendere agevole il successivo innesto direttamente in quota senza saldature, a quota 1500 m esperti rocciatori hanno gradualmente realizzato gli ancoraggi necessari ad ospitare la nuova tubazione (nicchie scavate su roccia, posa di staffe, funi in acciaio, anelli chiodati e plinti in calcestruzzo) e raccordato, giorno dopo giorno, le tratte predisposte a valle.

A coordinare  i due cantieri, a monte e a valle, un geologo, che ha monitorato le fasi di lavoro ed individuato il tracciato da far seguire alla condotta per aggirare la porzione di parete tuttora instabile e pericolante.

Prezioso, su tutto, il trasporto con l’elicottero dei materiali e del personale: in soli 3 minuti di viaggio aereo sono state recuperate ogni giorno circa 3 ore di lavoro per operatore impiegato (in totale 15 ore ogni giorno) altrimenti utilizzate per gli spostamenti via terra con mezzi fuoristrada.

«E’ stato un lavoro particolarmente complesso» spiega la società di gestione del servizio idrico Bim Gsp «sia per la morfologia impervia dei luoghi, in quota e tra pareti per lo più a strapiombo, sia per il poco tempo a disposizione, con il freddo e nevicate alle porte, sia per il meteo che in questi giorni, tra piogge e neve, non ha affatto aiutato. Siamo comunque riusciti» conclude la società «a ridurre della metà il tempo previsto – quindici giorni contro il mese preventivato – e questo grazie alla stretta e serrata collaborazione di tutte le maestranze messe in campo».

Le lavorazioni previste nelle giornate dell’8 e 9 novembre non porteranno interruzioni nella fornitura, ma potrebbero comunque comportare temporanee sospensioni.

Gli interventi in loco proseguiranno anche nelle giornate successive, o in primavera in caso di meteo avverso (gelo o forti nevicate), ma non interferiranno con l’erogazione all’utenza: la condotta, prevalentemente a vista, nei tratti più esposti verrà opportunamente protetta con appositi tavolati ancorati o con rivestimenti integrali in calcestruzzo.

1 Trackback / Pingback

  1. Lavori alla rete idrica di Valle di Cadore | Belluno 24h

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.