Bello e naturale: gli ingredienti che insaporiscono Arredamont 2012

Arredamont edizione 2012
Arredamont edizione 2012

LONGARONE – E’ una fiera nella quale il legno la fa da padrone questa edizione di Arredamont, la mostra per eccellenza dell’arredare in montagna che proseguirà nel quartiere di Longarone Fiere Dolomiti (Belluno) sino a domenica 4 novembre: ne dà dimostrazione l’imponenza con cui si presenta la “Tola de la Region”, l’enorme tavolone in legno grezzo che ospita la presentazione di 16 modelli di tabià delle province dolomitiche realizzati da Giuseppe Toscani, artigiano-artista di Venas di Cadore, che ha fornito dei suoi modelli ai Messner Mountain Museums delle Dolomiti.

Una “Tola” pensata e prodotta per mantenere e rilanciare il Veneto, le sue foreste e le opportunità economiche del legno: punti qualificanti di questa iniziativa, che sono stati condensati nel “Manifesto del progetto legno Veneto” sono la programmazione e il controllo delle attività legate alla materia prima legno con imprese, enti locali, proprietari del patrimonio boschivo e forestale, e professionisti chiamati ad operare in maniera organizzata. Si tratta di sostenere nella sua totalità la filiera foresta–legno pensata come risorsa cruciale per lo sviluppo del territorio regionale.

«Dobbiamo convincerci che il ritorno al legno non è una scelta anti-storica» rileva Oscar De Bona, presidente di Longarone Fiere Dolomiti «ma anzi, è il primo passo di una strategia lungimirante di valorizzazione di una risorsa che il Veneto ha disponibile in quantità, ma che forse non sta utilizzando al meglio. In un periodo storico in cui il comparto industriale genera tensioni ed incertezze in diverse parti del territorio regionale e nazionale, il percorso della valorizzazione di una materia prima come il legno e di tutto il know-how anche storico che le regioni del Nord Est italiano possono vantare credo sia un elemento sul quale fondare politiche di sviluppo credibili e durature».

In fiera ad Arredamont di legno ce n’è veramente tanto: e se sono naturalmente i mobili delle falegnamerie artigiane ad avere  l’impatto più vistoso, è anche vero che i visitatori stanno trovando diversi prodotti anche inattesi che sono in qualche modo “figli” del legno. E’ il caso ad esempio di alcuni prodotti di tessitura realizzati in una microfibra particolare, derivante da cellulosa ecologica ottenuta dalla polpa di legno: lenzuola, accappatoi ed asciugamani degni della migliore tradizione tessile artigiana, che pure fanno parte della filiera del legno. Arredamont è anche questo!

«Viviamo in un mondo ormai iper-tecnologico» è la considerazione di Oscar De Bona «ed è logico per tanti versi che sia così: attenzione però ai segnali di ritorno alla natura e alle materie prime che ci vengono da più parti, ce ne sono diversi che iniziano a far tendenza anche in ambiti nei quali pareva che dovessero essere solo le alte tecnologie ad avere gli spazi di sviluppo. Se ad esempio i trend registrati al Salone del Mobile di Milano vedono in calo i mobili laccati e in crescita quelli in legno naturale, credo allora che Arredamont possa avere belle prospettive, per sé, ma soprattutto per le nostre aziende artigiane che qui in fiera esprimono le loro capacità professionali e la loro vena creativa».

Ricordiamo che Arredamont rimane aperta fino a domenica 4 novembre con orario  domani, giovedì 1. novembre, sabato e domenica, dove è atteso il pubblico delle grandi occasioni, dalle 10 alle 20, mentre venerdì 2 novembre, l’apertura è solo pomeridiana, dalle 15 alle 19.30 con ingresso gratuito per gli ultrasessantacinquenni muniti di documento di riconoscimento.

Informazioni su Redazione 10345 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.