Don Giulio torna nella sua chiesa

In azzurro Dario Bond in consiglio regionale (CS)
In azzurro Dario Bond in consiglio regionale (CS)

FELTRE – La salma di Don Giulio Perotto, l’amato parrocco feltrino deceduto alcuni anni fa, potrà presto ritornare nella sua chiesa, quella di Santa Maria degli Angeli, dove i suoi tanti fedeli lo aspettano.

La V Commissione Sanità ha infatti dato il via libera alla modifica di legge proposta dal capogruppo del Pdl in Consiglio regionale Dario Bond e sostenuta anche dal collega del Pd Sergio Reolon.

L’emendamento è andato a modificare il comma terzo dell’articolo 43 della legge 18 del 2010 sulle “Norme in materia funeraria” che stabilisce come la tumulazione privilegiata – ovvero la tumulazione del cadavere o dei resti mortali al di fuori del cimitero – sia possibile decorsi almeno cinque anni dalla morte. Norma che non prevedeva alcuna deroga.

«Siamo andati ad abolire questo comma che di fatto bloccava la possibilità di tumulare la salma di don Giulio», affermano Bond e Reolon.

«Finalmente don Giulio potrà ritornare nella sua amata parrocchia, ma soprattutto dai suoi parrocchiani che già hanno avviato una colletta per accoglierlo al meglio. Del resto, don Giulio era molto amato e ha lasciato un segno indelebile», concludono i due consiglieri.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.