Calcio prima categoria, l’Alpago incontra un nuovo pareggio

Il calcio Alpago
Il calcio Alpago

PUOS D’ALPAGO – Stavolta, l’Alpago la vittoria l’ha tenuta tra le mani per ben un’ora di gioco, dal gol di Pianca al pareggio di Foltran. Sembra una maledizione quest’anno: quattro partite e 360 minuti non sono bastati agli uomini di Poletto per inanellare i primi tre punti della nuova stagione; due pareggi e altrettante sconfitte finora.

E c’è da dire che il primo tempo di ieri aveva mostrato una squadra nemmeno parente di quella delle prime tre giornate, salvo calare poi nella ripresa sotto le scorribande degli ospiti.

Ci sono passi avanti, senza dubbio, ma per vincere manca ancora qualcosa. L’Alpago gioca bene, palla a terra; ha voglia di riscatto, il furore che tutti ci mettono si affianca all’entusiasmo del pubblico, che esplode quando Fullin controlla magicamente un lancio di 40 metridi Pianca.

Ecco, Pianca: dopo 25 minuti di sterilità calcistica, l’alpagoto è rapace nel raccogliere una respinta corta di Zanella su tiro di Barattin insaccando il vantaggio.

I padroni di casa spingono come non mai; la Vazzolese è confusa, si affida a lanci lunghi per la testa di Foltran e si fa vedere per lo più su palla inattiva.

Fullin e Soldano, in due minuti, sfiorano l’incrocio dei pali con Zanella che guarda il cielo quasi a ringraziare.

Al 36esimo episodio chiave: discesa impetuosa di Pianca, cross al centro per Soldano. E’un caffè già zuccherato che il centravanti alpagoto accoglie prontamente e insacca, salvo poi vedersi annullare la rete per spintarella assai dubbia su Zava.

Nella ripresa il vento gira. Dopo cinque minuti è ancora Fullin in veste funambolo a dare spettacolo: stop di petto e girata al volo di poco alta, da urlo.

Passano i minuti e l’Alpago comincia a sfilacciarsi, come neve al sole. Alla mezz’ora succede l’incredibile; Foltran, servito da Franceschin in area e con Fagherazzi saltato, spara alto da due metri a porta vuota. Brivido enorme.

La Vazzolese prende fiato, capisce che il nemico è in difficoltà e le difese stanno per cedere. Detto fatto: all’83esimo dopo un’ora da gol di Pianca, cross di Bacchiega dalla sinistra, De Nadai dorme, si dimentica di Foltran alle sue spalle che di testa non lascia scampo.

Passa un minuto e Mawmudoski, involatosi sulla fascia alla velocità di un Frecciarossa, arriva davanti a Fagherazzi, oggi davvero molto bravo, ma calcia a lato.

Come nelle più belle storie finale mozzafiatante. Gallonetto serve Davide Fagherazzi, cugino del portiere, che si presenta da solo davanti a Zanella; lo scavalca. Qui il tempo sembra fermarsi ma all’ultimo arriva Pase che sulla linea si immola e salva il risultato, per la disperazione degli alpagoti che ancora non riescono a vincere. Ora venerdì c’è la coppa, in casa contro il Gorghense.

Intervista a Poletto: «Pareggio è forse più giusto. Abbiamo affrontato un’ottima squadra che non per altro è tra le prime del girone. Ho visto passi avanti e mi ritengo soddisfatto della gara di tutti i miei ragazzi. Incredibile la decisione di annullare il gol a Soldano. Con un po’ più di attenzione e cinicità riusciremo ad arrivare alla vittoria. E’solo questione di tempo».

Risultato: Alpago 1 – 1 Vazzolese

Alpago: Fagherazzi 7, Dazzi 6, De Col 6, De Nadai 5.5, Sperti 7, Pianca 7(dal 65 Gallonetto 6), Fullin 7, D’Incà 6, Soldano 6.5(dal 78’ Fagherazzi 6), Barattin 6.5, Caneve 6.5. Panchina: Collarini, Martin, Cignola, Lavina, Dal Paos. Allenatore: Poletto.

Vazzolese: Zanella 6, Uliana 6, Zava 5.5, Bacino 6( dall’88 Gardin s.v.), Pase 6, Bacchiega 6, Armellin 6.5, Buriola 7, Foltran 6.5, Martina 5(dal59’ Mawmudoski 6.5), Franceschin 6(dall’83 Paladin s.v.). Panchina: De Marchi, Pasqualin, Bandiera. Allenatore: Fornasier.

Arbitro: Sig. Montaldo di Portogruaro.

Reti:24’ Pianca,83’ Foltran.

Note: Ammoniti: D’Incà, De Col, Barattin, Foltran, Bacchiega.

Informazioni su Redazione 10424 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.