Spending Review locale: Farmacia batte ospedale

Sito internet di Federfarma
Sito internet di Federfarma

Ricerca Cref conferma ciò che Federfarma Belluno ripete da anni: la distribuzione diretta è uno spreco, grazie alla farmacie si risparmierà fino al 30%. Roberto Grubissa: “Esempio del FVG da importare in Veneto”.

BELLUNO – «Puntando sulla distribuzione diretta dei farmaci nelle strutture sanitarie pubbliche, il Veneto spreca molte risorse che potrebbe destinare a miglioramenti degli altri servizi e a vantaggi per i cittadini. La vera spending review non si fa con la concorrenza tra ospedale e farmacia, ma facendo ognuno il proprio ruolo con il massimo di efficienza. Una ricerca ci dimostra che l’impegno dei farmacisti territoriali per un servizio sempre più vicino ai cittadini è vantaggioso anche per il contenimento della spesa pubblica».

Così Roberto Grubissa, presidente dell’associazione bellunese dei titolari di farmacia, commenta i risultati di una ricerca realizzata da Fondazione Cref analizzando il caso di una azienda sanitaria del Friuli Venezia Giulia. Alla struttura pubblica, hanno calcolato i ricercatori, distribuire un farmaco costa mediamente 20 euro a confezione, oltre al prezzo del farmaco stesso. Tale costo ammonta al 30% del prezzo di acquisto e questa percentuale potrebbe essere ridotta verso lo zero se tutti i farmaci fossero distribuiti tramite le farmacie.

«La forzatura della distribuzione diretta ha un impatto negativo sulla spesa pubblica per la sanità – afferma Roberto Grubissa – oltre che un impatto diretto sulle tasche dei cittadini che devono raggiungere l’ospedale o il distretto per ritirare un farmaco. Questo effetto negativo è ancora più forte in zone come il Bellunese, contraddistinte da una mobilità disagevole e costosa. Sarebbe può economico per tutti se le aziende sanitarie non si sostituissero alle farmacie per la distribuzione. L’apertura alla trasparenza nei conti fatta da questa Asl del Friuli Venezia Giulia è esemplare e ci consente di fare delle cifre su un tema, quello della spesa ospedaliera per distribuire farmaci, che in Veneto è ancora poco indagato e conosciuto, ma sul quale si può intervenire per ridurre sprechi e inefficienze. Le proposte di Federfarma per una nuova remunerazione renderà ancora più concorrenziale la farmacia territoriale nei confronti della struttura pubblica».

Il presidente del Friuli Venezia Giulia Renzo Tondo ha garantito, intervenendo alla presentazione della ricerca Cref, che sensibilizzerà i colleghi presidenti portando il tema in conferenza delle Regioni, perché «nessuna ipotesi di risparmio può essere ignorata specie nel settore sanitario».

Informazioni su Redazione 10471 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.