Interruzione del servizio idrico a Vigo e Auronzo

Bim Gestione Servizi Pubblici
Bim Gestione Servizi Pubblici

VIGO DI CADORE – Gestione Servizi Pubblici informa che, per lavori alla rete idrica comunale, lunedì 1 e martedì 2 ottobre dalle 9.00 alle 19.00 verrà sospesa l’erogazione dell’acqua a Vigo di Cadore in Borgo Salagona e in via Ronzan.

L’interruzione, che interessa circa 100 utenze, si rende necessaria per effettuare lo spostamento di un tratto di rete acquedottistica.

Per informazioni è possibile contattare il Servizio Clienti di Gsp ai numeri 840 000 032 (da rete fissa) oppure 0437 938002 (da mobile o via internet). Per emergenze, invece, il numero del Pronto Intervento è 800 757678.

Interruzione del servizio idrico ad Auronzo: Gestione Servizi Pubblici informa che, per lavori alla rete idrica comunale, lunedì 1 ottobre dalle 8.30 alle 11.30 verrà sospesa l’erogazione dell’acqua a Cima Gogna di Auronzo di Cadore.

L’interruzione, che interessa circa 50 utenze, si rende necessaria per eseguire la pulizia delle vasche dell’acquedotto.

Acqua non potabile a Venas: Gestione Servizi Pubblici informa che a Valle di Cadore in località Venas l’acqua erogata dalla rete idrica non è potabile e, per tale motivo, non è da utilizzare per scopi alimentari (cuocere i cibi, bere, ecc.).

Lo ha reso noto questa mattina l’Ulss di Pieve di Cadore, che ha prelevato ieri dei campioni d’acqua dalla rete idrica alimentata dalla sorgente di Prescuro: la forte torbidità la causa dei controlli avviati dall’azienda sanitaria. In attesa degli esiti microbiologici, per i quali servirà ancora qualche giorno e che accerteranno se nell’acqua oltre alla torbidità vi è anche effettiva presenza di batteri, il Comune di Valle ha già emesso oggi in via cautelativa apposita ordinanza che vieta l’utilizzo dell’acqua per gli usi alimentari.

Un fenomeno, quello della torbidità, abbastanza diffuso in questo periodo (Campolongo di Santo Stefano di Cadore, Arabba di Livinallongo e Venas di Valle) e causato prevalentemente dalle abbondanti piogge che favoriscono l’ingresso di terriccio e limi nelle sorgenti o opere di presa più vulnerabili.

«L’opera di presa Prescuro a Venas – spiega la società – e la piccola vasca di accumulo collegata risentono molto delle condizioni meteo sfavorevoli: piogge abbondanti o temporali intensi favoriscono l’infiltrazione di limo in rete e, come conseguenza, generano l’intorbidimento dell’acqua erogata. Siamo a conoscenza di questa problematica strutturale – spiega la società –  c’è da sempre e lascia ben poche soluzioni. Questa mattina – conclude la società – abbiamo eseguito la pulizia approfondita della vasca per rimuovere i depositi presenti ed effettuato, in via preventiva, la disinfezione e clorazione dell’acqua in vasca e in rete, in modo da eliminare l’eventuale presenza, ancora non accertata, di batteri».

Gsp, quindi, si è già attivata adottando le misure necessarie e ha provveduto ad informare la popolazione interessata (circa 500 utenze) con avvisi pubblici, sms e telefonate su fisso; in attesa che il fenomeno cessi e che l’azienda sanitaria esegua nuovi prelievi di controllo, vige il divieto per l’utenza di utilizzare l’acqua erogata dall’acquedotto.

Informazioni su Redazione 10435 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.