Recuperato il corpo del cacciatore

Suem e Soccorso Alpino in azione
Suem e Soccorso Alpino in azione

VOLTAGO AGORDINO – Ottenuto dalla magistratura in nulla osta per la rimozione, il corpo di F.P., 48 anni, residente a Voltago Agordino (BL), morto presumibilmente per un incidente di caccia, è stato recuperato dalle squadre del Soccorso alpino di Agordo.

Una volta ricomposta, la salma dell’uomo, che si trovava in un bosco in località Poi, a cavallo tra i territori di Voltago e Rivamonte, è stata imbarellata e trasportata a spalla dai soccorritori per una ventina di minuti fino alla jeep e di lì alla strada, per poi essere accompagnata nella cella mortuaria di Rivamonte.

RECUPERATO ESCURSIONISTA IN DIFFICOLTÀ – Ieri in serata, durante il rientro dal rifugio Mulaz nell’alta valle del Focobon, un escursionista di Bologna, L.M., 78 anni, si è attardato nella discesa e, al buio senza pila, è uscito dal sentiero smarrendosi.

L’uomo ha chiesto aiuto al 118 e le squadre del Soccorso alpino della Val Biois sono risalite lungo l’itinerario per cercare di rintracciarlo e trarlo in salvo.

In contatto telefonico con l’anziano, i soccorritori hanno cercato di capire dalle sue indicazioni il punto dove poteva trovarsi, difficile da individuare anche per la presenza di nebbia. Alle prime luci del giorno l’uomo è stato ritrovato, a circa 2.200 metri di altitudine, sopra un costone roccioso.

Una volta raggiunto dalla squadra, l’uomo, affaticato dalla notte all’addiaccio, è stato rifocillato con bevande calde e qualcosa da mangiare, poi, assicurato con una corda, è stato aiutato a superare il tratto impegnativo, riportato sul sentiero e accompagnato a Passo Valles, dove aveva la macchina.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.