Intervento in emergenza all’acquedotto di Valle di Cadore

La nuova tubazione
La nuova tubazione

VALLE DI CADORE – E’ cessata domenica 9 settembre l’emergenza idrica in Comune di Valle di Cadore. E’ servita un’intera giornata di lavoro complesso per tamponare il problema verificatosi venerdì scorso, quando una frana, staccatasi dall’Antelao, ha trascinato in un canalone un tratto di condotta di adduzione collegata alla sorgente Le Glorie (2500 m s.l.m.) schiacciandola letteralmente e lasciando a secco oltre 1500 utenze del comune di Valle.

Venerdì sera la triste scoperta, dopo un pomeriggio di monitoraggi palmo a palmo lungo tutta la tratta di rete (2 km circa), e già in serata la pianificazione della complessa riparazione eseguita nella giornata di sabato: la posa di una nuova tubazione utile a bypassare il tratto schiacciato dai massi.

Le operazioni, iniziate nelle prime ore del mattino di sabato, hanno visto stretta e proficua collaborazione di Gsp e Comune: indispensabile l’esecuzione con ditta specializzata e l’ausilio di un elicottero per il trasporto in quota dei materiali necessari, delle attrezzature e del personale tecnico. Durante tutta la giornata di sabato l’erogazione all’utenza è stata garantita in modalità alternativa (autobotte dei Vigili del fuoco)

Solo in serata, dopo che era stata ultimata la posa ed il raccordo della nuova condotta (13 metri di tubazione in polietilene), è stato possibile caricare le vasche e ripristinare l’erogazione all’utenza.

Questa mattina il Comune di Valle ha revocato l’ordinanza di non potabilità emessa in via cautelativa il 7 settembre scorso: ora l’acqua erogata dall’acquedotto si può tranquillamente bere.

1 Trackback / Pingback

  1. Intervento in emergenza all’acquedotto di Valle di Cadore | Belluno 24h

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.