Polizia, 988 veicoli e 1001 persone controllate

Immagine archivio
Due addetti della Polizia di Stato

BELLUNO – Nella decorsa settimana, la costante attività di prevenzione posta in essere dalle  oltre 70 (settanta) pattuglie della Polizia Stradale di questo Ufficio e dei dipendenti Distaccamenti di Feltre e di Valle di Cadore ha consentito una presenza autorevole ed assidua sugli itinerari provinciali, anche alla luce della oramai avanzata stagione turistica estiva.

Nel corso della normale attività istituzionale, a fronte di 988 veicoli e 1001 persone controllate, di cui 403 nel solo fine settimana relativamente al c. d. fenomeno delle “stragi del sabato sera”, 204 sono state le violazioni contestate complessivamente tra le quali, di particolare significato;

2 conducenti hanno evidenziato concentrazioni di etanolo superiori ai limiti previsti dalla Legge;

10 sono risultati non fare uso delle prescritte cinture di sicurezza;

3 conducenti professionali sono stati perseguiti per inadempienze alle disposizioni in tema di cronotachigrafo C. E. E.;

9 sono state le carte di circolazione ritirate per omessa revisione periodica;

45 sono state le violazioni contestate per superamento dei limiti di velocità.

Per quanto attiene la situazione viaria, la provincia, già dalle ore pomeridiane di venerdì 17 agosto, è stata interessata da traffico intenso di vacanzieri che, proveniente dalla pianura, si è diretto verso le note località turistiche.

Il rientro domenicale, terminato solo nella tarda serata, come di consueto, si è concretizzato con lunghe colonne e velocità a volte ridottissime, pur tuttavia si è svolto senza particolari problemi, soprattutto sotto il profilo dell’incidentalità.

Come da prassi oramai consolidata, sono stati effettuati anche numerosi e mirati servizi di controllo nei confronti dei conducenti di veicoli adibiti a trasporto di merci e di persone, sia nazionali che internazionali, oltre che dei conducenti di motocicli.

Purtroppo, anche nella decorsa settimana non pochi sono stati coloro che, in violazione di precise norme di comportamento oltre che del più elementare buon senso, hanno tenuto comportamenti di guida poco prudenziali, tanto da creare serie situazioni di rischio, a volte grave, non solo per sé stessi, ma anche per altri utenti.

Ben 9, infatti, sono state le vicende infortunistiche trattate dalla sola Polizia Stradale ed in particolare:

1 incidente stradale con conseguenze mortali che ha visto il coinvolgimento autonomo di un conducente di motoveicolo;

7 incidenti stradali con 12 feriti complessivi ;

1 incidente stradale con soli danni a cose.

Relativamente ai motoveicoli, continuano in modo assiduo ed accurato i controlli al fine di identificare e reprimere tutti i comportamenti previsti come illeciti dal vigente Codice della Strada, sia per quanto attiene alla regolarità dei documenti di guida e di circolazione, sia per quanto attiene all’integrità della struttura e della componentistica dei motoveicoli, (con particolare riguardo al posizionamento delle targhe ed alla manomissione dei dispositivi silenziatori), sia, infine, per quanto attiene alle norme di comportamento vero e proprio.

Costante sarà l’impiego delle apparecchiature speciali per l’accertamento dello stato psicofisico come per l’accertamento del superamento dei limiti di velocità.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.