Olimpionici e non in passerella a Padola

Da sx Roberto De Zolt, Maurilio De Zolt, Silvio Fauner, Giuseppe Puliè e Pietro Piller Cottrer
Da sx Roberto De Zolt, Maurilio De Zolt, Silvio Fauner, Giuseppe Puliè e Pietro Piller Cottrer

A Padola di Comelico Superiore la “Festa dei Campioni”, proposta dal comitato organizzatore della granfondo sugli sci, è stata una serata partecipata e coinvolgente.  Protagonisti gli atleti degli sport invernali del Comelico e di Sappada. Sul palco, accanto ai medagliati ai Giochi, pure i tanti che hanno fatto dello sci un elemento di ricchezza e cultura per il territorio.

PADOLA DI COMELICO SUPERIORE – Lo sci come passione, cultura, ricchezza per il territorio. E’ stato questo il senso della “Festa dei Campioni”, serata proposta mercoledì’ 22 agosto a Padola di Comelico Superiore dall’ organizzazione della Comelgo Loppet, la granfondo sugli sci che si svolgerà, proprio a Padola, il 5 e 6 gennaio 2013.

Ad essere premiati, infatti, sono stati non solo quegli atleti del Comelico o di Sappada che hanno partecipato o vinto medaglie alle Olimpiadi, ma anche quelle persone che, pur non essendo state campioni, hanno contribuito a diffondere la passione e la cultura degli sport invernali. In tal senso, un riconoscimento particolare è andato a tre promotori dello sci di fondo: i comeliani Bruno Pomarè ed Elio De Martin, il sappadino Eliseo Sartor.

«Si tratta di tre allenatori che hanno saputo crescere generazioni di fondisti – ha affermato Roberto De Zolt, coordinatore dell’organizzazione della Comelgo Loppet – Abbiamo voluto rendere loro omaggio perché, senza i loro insegnamenti e il loro lavoro, lo sci del Comelico e di Sappada non avrebbe ottenuto i risultati di cui è stato capace a livello internazionale».

Risultati sintetizzati dalle 13 medaglie olimpiche in questo angolo di Dolomiti a partire dagli anni Ottanta.

Medaglie “firmate” da Maurilio De Zolt (oro in staffetta a Lillehammer 1994, argento nella 50 km di Calgary 1988 e nella 50 km di Albertville 1992), Silvio Fauner (oro in staffetta a Lillehammer 1994, argento in staffetta ad Albertville 1992 e a Nagano 1998, bronzo nella  15 km di Lillehammer e nella 30 km di Nagano), Pietro Piller Cottrer (oro in staffetta a Torino 2006, argento in staffetta a Salt Lake City 2002 e nella 15 km di Calgary 2010, bronzo nel pursuit di Torino 2010) e Giuseppe Puliè (argento in staffetta ad Albertville 1992).

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.