Sabato il nuovo modo di progettare a Cortina

Cortina d'Ampezzo (Luca Mares)
Cortina d’Ampezzo (Luca Mares)

CORTINA D’AMPEZZO – Il nuovo modo di progettare a Cortina d’Ampezzo, ideato dall’architetto Ambra Piccin e dallo staff di Cortina Style, si trasforma in un evento unico e originale, sia per la location che per i contenuti artistici e tecnici.

Sabato 25 agosto alle ore 21.00 presso il Park Hotel Faloria, il cantiere de “Le Falorie” diventa un palcoscenico attraverso il quale l’architetto Ambra Piccin esprime la sua visione futura di Cortina, tra simbolismi artistici e innovazioni multimediali che dimostrano la sua grande attenzione per la tecnologia applicata al territorio.

“Le Falorie: a concrete happening” è un evento unico e originale, che ha come location proprio il cantiere edile dove si sta realizzando l’innovativo progetto dell’architetto Ambra Piccin insieme a  Cortina Style: l’intervento edilizio Le Falorie è il primo esempio abitativo in cui la tradizione e l’esclusività di Cortina abbracciano la sostenibilità ambientale ed esaltano il comfort dell’uomo, dove gli ambienti respirano di fronte alle montagne della splendida Conca Ampezzana, patrimonio Unesco dell’Umanità.

Straordinario esempio di un nuovo linguaggio sentito e proposto dall’architetto Ambra Piccin nelle sue creazioni tese alla valorizzazione dell’architettura alpina, i due fabbricati de “Le Falorie” contengono quattordici prestigiosi appartamenti, completamente indipendenti (ma che possono utilizzare i servizi del vicino Park Hotel Faloria) e sono veri oggetti d’arte e percorsi di restauro conservativo in cui, per la prima volta, si introduce a Cortina il concetto di cogenerazione e di elevatissimi standard costruttivi legati non solo alle finiture, ma anche all’aspetto impiantistico-tecnologico di ultima generazione.

E’ un nuovo modo di abitare, nella consapevolezza che la necessità di soddisfare il fabbisogno dell’uomo in termini di comfort climatico, luminoso ed acustico si articola attraverso l’interazione fra l’ambiente esterno ed i diversi sistemi tecnologici presenti all’interno dell’involucro edilizio.

L’architetto Ambra Piccin, supportata dalla proprietà del Park Hotel Faloria e de “Le Falorie”, ha creato una sintesi tra professionisti altamente specializzati e maestranze locali al fine di integrare innovazione tecnologica, efficienza energetica e restauro conservativo riuscendo ad applicare tale sintesi sia alla nuova costruzione, sia al recupero degli antichi immobili ampezzani.

Proprio per questo “Le Falorie” si pone come il primo esempio a Cortina di architettura integrata con l’ambiente, quasi in osmosi con lo stesso, nel rispetto tuttavia degli strettissimi parametri costruttivi che la tutela paesaggistica locale impone.

Al fine di riscrivere il concetto di living a Cortina, la proposta de “Le Falorie” ha quale obiettivo primario l’ottimizzazione delle risorse energetiche utilizzate per il funzionamento dei sistemi attivi (impianti tecnologici), gli impianti per il recupero dell’acqua piovana, la sovrapposizione di elementi low ed high technology  (installazione di sistemi tecnologicamente avanzati ma di semplice utilizzo per i fruitori) partendo da un’attenta analisi dei parametri ambientali (esposizione, irraggiamento, ventilazione naturale, schermatura dei campi magnetici) e dei fattori passivi (caratterizzazione dell’involucro edilizio), dei parametri  di clima-comfort, light-comfort ed acoustic-comfort degli occupanti l’edificio. In particolare, viene introdotto il concetto di cogenerazione un sistema per produrre forme di energia semplicemente riutilizzando altre forme di energia e i loro “scarti”, tesa ad incrementare l’efficienza energetica complessiva aiutando l’ambiente attraverso il risparmio di energia primaria.

L’innovazione concettuale del progetto percorre pertanto gli stilemi impiantistici del futuro, integrando a sistemi tecnologicamente avanzati la semplicità di utilizzo e di controllo dei costi di gestione da parte di ciascun utente, trasformando l’opera “Le Falorie” nel primo esempio abitativo in cui la tradizione e l’esclusività di Cortina abbracciano la sostenibilità ambientale ed esaltano il comfort dell’uomo, ben dosando le tecnologie costruttive innovative con le sofisticate filosofie architettoniche ecosostenibili così amate dall’architetto Piccin, profondamente made in Italy.

Proprio in virtù dell’introduzione delle nuove metodologie e nuove risorse che sembrano superare l’ormai diffuso concetto di casa clima, l’architetto Ambra Piccin, in felice sinergia con Cortina Style e con la proprietà dei nuovi edifici Le Falorie, intende dare rilievo a questa innovazione con un grande evento che, sull’onda del successo delle altre analoghe manifestazioni da lei organizzate, segni il debutto di questo sistema di pensare gli edifici che, negli intenti, dovrebbe imporsi come un “Sistema-Cortina”, che prevede l’inevitabile sinergia tra il mondo della progettazione, quello della realizzazione esecutiva e la collaborazione con gli artigiani locali come garante dell’ambiente stesso.

L’evento si svolgerà sabato 25 agosto alle 21.00, presso il Park Hotel Faloria a Zuel di Sopra. Gli spazi utilizzati saranno soprattutto gli esterni, poiché la location principale dell’evento è proprio il cantiere dei due edifici che andranno a formare, una volta finiti, l’innovativo complesso d’elite “Le Falorie”.

Il cantiere, messo in sicurezza con un significativo sistema di ponteggi che creano un percorso guidato, è collegato con una passerella panoramica al Park Hotel Faloria, luogo di esordio e di approdo finale della serata.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.