Longarone, approvato il consuntivo 2011

Il sindaco Padrin e la giunta (CS)
Il sindaco Padrin e la giunta (CS)

LONGARONE – Giovedi sera, il Consiglio comunale di Longarone ha approvato il conto consuntivo 2011 con la brillante relazione dell’assessore Donato D’Incà e del sindaco Roberto Padrin, i quali hanno voluto sottolineare la sensibilità con la quale l’amministrazione ha gestito la finanza comunale riuscendo ad intervenire con risorse importanti nel settore degli investimenti, da ricordare la manutenzione straordinaria dell’asilo nido, l’acquisto di attrezzature per le scuole, la ristrutturazione del centro sociale di Pirago, la sistemazione del parcheggio dietro le scuole, il miglioramento della viabilità silvo pastorale, la strada per Cajada e almeno altri venti interventi per un totale complessivo di quasi 2 milioni e ottocentomila euro.

Particolarmente significativa, emerge l’attenzione dell’amministrazione civica nel settore sociale, con quasi 300.000 euro investiti in specifici progetti tesi a dare sollievo alle situazioni di debolezza, di marginalità sociale e al volontariato, nonché a svolgere azioni integrative dedicate all’inserimento di persone svantaggiate e deboli nel campo del lavoro. Senza contare gli interventi per la scuola, gli anziani e soprattutto l’asilo nido.

L’assessore D’Incà ha voluto evidenziare la forte contrazione delle spese correnti rispetto al biennio precedente che hanno permesso di ottenere un avanzo di amministrazione di 412.000 euro e conseguente applicazione immediata di una parte dello stesso avanzo per quasi 150.000 euro, che hanno riguardano l’acquisto di un nuovo scuolabus, il sostegno alle attività dell’archivio diffuso del Vajont,  l’adeguamento funzionale delle scuole elementari e del rifugio Spiz Gallina.

Soddisfatto, dunque, l’assessore longaronese che ha relazionato chiosando «Era giusto un anno fa il 26 luglio del 2010, quando approvammo il precedente bilancio consuntivo, anche oggi come allora il rendiconto dell’esercizio 2011 che ci apprestiamo ad approvare, produce un risultato positivo, e questo non può che confortare e rafforzare l’indirizzo amministrativo che questa compagine si era prefissata di perseguire, mirato ed attento a non rompere il giusto equilibrio tra risorse disponibili e spesa. Dice un vecchio detto, che ciascuno raccoglie ciò che semina, evidente noi abbiamo seminato bene se questi sono i frutti; il tempo ha sempre dato ragione alla formica e non alla cicala».

I lavori del consiglio sono proseguiti con il rinnovo della convenzione con la locale Pro Loco per la gestione del servizio integrato rivolto agli alunni delle scuole elementari (doposcuola), su relazione del consigliere delegato, Giovanni Danielis e l’approvazione del regolamento per l’apertura di sale giochi e installazione di apparecchi da intrattenimento. Di particolare importanza, infine, la nomina del rappresentante del Comune nella conferenza dei servizi che verrà convocata nei prossimi giorni In Provincia, per l’approvazione definitiva del PATI (Piani di Assetto Territoriale Integrato), dove lo stesso sindaco Padrin è stato indicato dal Consiglio comunale.

Molto soddisfatto, alla fine dei lavori, il Sindaco, che ha giudicato estremamente positivo l’operato della sua amministrazione e della sua squadra e che nel merito della indicazione, nella sua figura, a rappresentare il Comune nella conferenza dei servizi sul PATI dice: «mi sento responsabilizzato su una materia di enorme interesse per i cittadini, perché, finalmente possiamo pensare che il percorso di approvazione definitiva è a un passo e dopo questo traguardo si potrà finalmente procedere con il Piano degli interventi e dare risposte concrete a quanti, da troppo tempo, attendono lo sblocco del territorio e della edificazione che noi riteniamo debba essere caratterizzata da una logica di assoluta sostenibilità».

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.