Rinnovata convenzione con volontari antincendi boschivi e ANA

La Protezione Civile di Auronzo al lavoro
Volontari al lavoro

VENEZIA – Con una delibera approvata su proposta dell’assessore alla protezione civile Daniele Stival, di concerto con il collega all’ambiente Maurizio Conte, la Giunta regionale ha rinnovato fino al 2016 la convenzione tramite la quale vengono integrate nel sistema di vigilanza e d’intervento le Organizzazioni del volontariato antincendi boschivi e i volontari dell’Associazione Nazionale Alpini.

«Parliamo di gente generosa, esperta e sempre pronta a dare una mano, sia per la vigilanza sul territorio, sia per intervenire nei casi di necessità. Il loro apporto è insostituibile per il sistema veneto della protezione civile e il rinnovo della convenzione in scadenza costituisce una garanzia anche per il futuro. Naturalmente – aggiunge Stival – nonostante le ristrettezze del bilancio, non mancherà da parte della Regione il sostegno economico, a supporto dell’attività e per l’acquisto di dotazioni e mezzi».

La Convenzione prevede che i volontari opereranno sulla base delle indicazioni fornite dall’Unità di Progetto Protezione Civile, dal Servizio Forestale Regionale competente per territorio e dalla figura del Direttore delle Operazioni di Spegnimento (il “DOS”).

Ognuna delle Organizzazioni convenzionate avrà una propria area d’intervento territoriale, garantirà la reperibilità H24, costituirà una o più squadre con relativo equipaggiamento, ed avrà un caposquadra incaricato di relazionarsi con la protezione civile regionale ed i servizi forestali.

E’ anche prevista l’organizzazione di numerose attività di addestramento dedicate ai volontari. Aldilà del pur importantissimo aspetto legato agli incendi boschivi, le Organizzazioni dei Volontari potranno essere coinvolte, se disponibili, anche in eventi calamitosi diversi, su richiesta della Protezione Civile Regionale, tenuto conto del principio di sussidiarietà.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.