Belluno, il sindaco incontra i dipendenti del Comune

Il Sindaco Massaro durante un incontro comunale
Il sindaco Massaro durante l'incontro

BELLUNO – Breve e intenso l’incontro voluto dal sindaco, Jacopo Massaro, con i dipendenti del Comune di Belluno e delle società partecipate, che si è svolto oggi al Palasport.

«Ho voluto vedervi tutti insieme – ha esordito il neosindaco – per conoscerci, per presentarvi la mia giunta e parlarvi dei progetti che ho in mente per la città. E’ un primo incontro interlocutorio, a cui ne seguiranno altri più specifici per singole aree operative, per impostare un rapporto che dovrà essere improntato alla sinergia e alla collaborazione. Ho voluto presenti anche i dipendenti delle società partecipate, perché pur tecnicamente non dipendenti del Comune di Belluno, fanno tuttavia parte integrante della nostra squadra».

Il sindaco ha poi presentato la sua giunta, specificando le deleghe dei singoli assessori e ha poi tracciato un quadro generale della situazione che si troverà ad affrontare a due settimane dall’insediamento a Palazzo rosso: minori stanziamenti dallo Stato, solo in parte bilanciati dall’IMU, equilibri di bilancio tutti da comporre, un patto di stabilità da non sforare a nessun costo. E ancora, scelte da operare rispetto alle società partecipate, come imposto dalla legge, servizi da mettere a gara in un quadro normativo in continua via di definizione. A questo si aggiunge l’incertezza sugli interlocutori politici con una Provincia e una Comunità Montana dal futuro non definito. Senza contare la situazione del personale, rispetto alla quale una recente ispezione ha mosso dei rilievi al Comune, rilievi a cui bisognerà rispondere.

Tracciato rapidamente il quadro generale, Massaro ha poi aperto al dialogo: «In questa situazione sarà d’obbligo il rigore, ma sarà anche indispensabile il dialogo. Mi aspetto – ha continuato il sindaco – un confronto continuo con voi, un rapporto chiaro ed aperto in cui i dipendenti non saranno valutati che per la loro professionalità, e di questo mi faccio garante. Vogliamo che ci facciate pervenire le vostre proposte, perché voi uffici conoscete meglio di ogni altro le vostre materie e la vostra voce è importante. In termini di obiettivi ci proponiamo azioni in grado di risollevare il tessuto economico della città, perché lavoro e crescita implicano minore richiesta di servizi sociali e maggiori risorse in circolo per la comunità. Vogliamo rivitalizzare la città e contrastare lo spopolamento, i giovani non devono andarsene da Belluno. Ci proponiamo di farlo attraverso lo sviluppo turistico attuato con fondi europei che soli, a questo punto, garantiscono fonti di finanziamento».

Ugualmente breve ed incisivo, l’intervento di Erasmo Santesso, assessore al bilancio, che con poche parole ha illustrato il Comune che vorrebbe: «Un’organizzazione che smentisce gli stereotipi del politico che fa il proprio interesse e del dipendente pubblico che fa il meno possibile. Un organismo reattivo che si muove in anticipo e spontaneamente per risolvere le situazioni, che lavora con spirito di servizio e la cui azione viene amplificata da un qualcosa in più che ognuno dà di sua iniziativa e che costituisce il quid che fa la differenza».

Informazioni su Redazione 10471 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.