Premio Letterario Nazionale “Trichiana Paese del Libro”

Il sito internet del Comune di Trichiana
Il sito del Comune di Trichiana

TRICHIANA – Si aprirà giovedì 31 maggio, con una serata dedicata all’Ebook, la programmazione di eventi culturali collegati al Premio Letterario Nazionale “Trichiana Paese del Libro”, giunto alla sua ventiduesima edizione.

Sarà il prof. Gino Roncaglia, docente di “Informatica applicata alle discipline umanistiche” e di “Applicazioni della multimedialità alla trasmissione delle conoscenze” presso l’Università degli Studi della Tuscia, a proporre un’analisi sul libro elettronico e sull’impatto che ha avuto e potrà avere in futuro sulla lettura, sulle abitudini dei lettori e sulla diffusione dei libri.

«Aprire la dieci giorni che Trichiana dedica ogni anno ai libri, in preparazione alla cerimonia di premiazione del Premio Letterario “Trichiana Paese del Libro”, con un incontro dedicato al libro così come ci si presenta sempre più frequentemente oggi – commenta l’assessore alla Cultura Gianpaolo Tomio – ci è sembrato il giusto modo per porre al centro dell’attenzione quello che ci piace considerare il nostro prodotto tipico, il libro, appunto. Il professor Roncaglia saprà lanciare stimoli e spunti per guidarci a riflettere sul gesto, anche fisico, della lettura, toccando corde molto personali, ma che comporteranno ricadute anche su abitudini e processi sociali più complessi».

«Con un occhio alla tradizione e alla storia, e uno alla modernità e agli sviluppi futuri – conclude l’assessore Tomio – abbiamo costruito un programma di eventi che mira a incontrare molteplici gusti e interessi, in modo da coinvolgere il maggior numero possibile di persone attorno a questa occasione di nutrimento dell’anima».

«Mi auguro – commenta il Sindaco del Comune di Trichiana, Giorgio Cavallet – che in tanti vorranno partecipare ai diversi eventi, perché lo spirito di questa iniziativa, sempre più difficile da realizzare a causa delle ristrettezze economiche, vuole davvero essere non mera occasione di svago, benché lo svago sia di per sè importante, ma anche opportunità di piacevole apprendimento, di coesione comunitaria e di scoperta di risorse molto positive presenti all’interno della nostra Comunità».

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.