La Protezione Civile del Veneto entra nelle scuole

Protezione Civile
Protezione Civile

BELLUNO – La protezione civile, con le sue peculiarità, la sua realtà organizzativa ed operativa, entra nelle scuole del Veneto per diffondere tra i giovani e giovanissimi la conoscenza e la cultura di un settore prezioso per la salvaguardia del territorio e dell’incolumità delle persone.

Lo ha deciso la Giunta regionale che, su proposta dell’assessore alla protezione civile di concerto con la collega all’istruzione, ha approvato una delibera che attiva la realizzazione di una collaborazione tra Regione e Ufficio Scolastico Regionale attraverso la quale verrà realizzato un progetto pilota dal titolo “La Protezione Civile a Scuola”.

«I giovani sono il nostro futuro – sottolinea l’assessore alla protezione civile – ed è molto importante che in questo futuro ci sia una conoscenza quanto più diffusa di queste tematiche e del loro impatto sulla vita di ogni cittadino. Ringrazio l’Ufficio Scolastico per aver accettato questa sfida insieme a noi. Si tratterà infatti di diffondere la cultura della sicurezza, della solidarietà, del rispetto e del senso civico tra le giovani generazioni, innescando una sensibilità collettiva anche sui temi dell’auto-protezione e della tutela del territorio. I giovani che prenderanno parte a questo progetto ed alle attività connesse diventeranno infatti un canale primario per la diffusione di tali concetti, a cominciare dalle famiglie e dal microcosmo delle amicizie. Senza contare l’impulso che potrà ricevere il reclutamento nel volontariato specifico».

Regione e Ufficio Scolastico concorderanno di anno in anno i plessi scolastici da coinvolgere dove, in concorso con insegnanti, dirigenti scolastici e volontari, verranno predisposti materiali divulgativi e veri e propri percorsi formativi di protezione civile che avranno i ragazzi come protagonisti.

Gli strumenti didattici che verranno realizzati saranno differenziati per singoli livelli scolastici e testati da insegnanti e volontari tramite progetti pilota.

L’iniziativa sarà finanziata con quanto necessario e disponibile nel bilancio regionale una volta definita una prima pianificazione in collaborazione tra la struttura regionale di protezione civile e l’Ufficio Scolastico Regionale.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.