Massaro presenta la giunta rinnovata e trasparente

Il sindaco Jacopo Massaro (CS)
Jacopo Massaro (CS)

BELLUNO – «In questi giorni ho lavorato alla squadra di assessori che mi affiancherà qualora diventassi sindaco – spiega Jacopo Massaro – si tratta di persone di totale rinnovamento, altamente affidabili, che non sono state scelte in risposta alle logiche politiche, bensì esclusivamente sulla base della elevata competenza e dell’alto profilo morale».

Tra sindaco e futuri assessori c’è un profondo rapporto fiduciario reciproco: «Sono donne e uomini, molti giovani, ma non solo, scelti anche in rappresentanza dei diversi settori della comunità – continua il candidato sindaco – nella giunta coesisteranno generazioni diverse perché, come ho detto fin dall’inizio della campagna elettorale, occorre cucire assieme le due parti d’Italia: quella che ha avuto accesso alle garanzie sociali e quella, formata prevalentemente da giovani, che queste garanzie non riesce a conquistarle. Un’operazione di rinnovamento che quindi non contempla in giunta persone di lunga esperienza in campo politico, che hanno ricevuto la fiducia dei cittadini e che dimostrano spirito di servizio nell’aver creduto da subito nelle mie scelte. Questo è il risultato di un percorso coerente dalla partenza, il concretizzarsi di quanto avevo proposto, cioè un totale cambiamento fatto di competenza e affidabilità, sostenuto anche da chi è impegnato da anni. Credo quindi che stiamo mettendo in pratica concretamente lo spirito entusiastico che ci ha portati al ballottaggio».

Competenza, affidabilità, esperienza, rappresentanza di diverse generazioni e categorie sociali, sono da subito concretizzate nella scelta degli assessori, le cui deleghe precise sono ovviamente ancora da definirisi, che lo affiancheranno qualora venga eletto: Erasmo Santesso, bilancio e programmazione, Luca Salti, lavori pubblici e ambiente, Claudia Alpago Novello, cultura, Martina Ravagni, sociale, Valentina Tomasi, politiche giovanili.

«Rispondo agli impegni presi, confermando a sei il numero degli assessori, tre donne e tre uomini, e presentando la squadra prima del necessario, perchè sin dall’inizio abbiamo puntato sulla trasparenza e sul completo rinnovamento, all’insegna dell’affidabilità – premette Massaro – il turismo avrà un assessorato specifico che si occuperà del progetto che abbiamo a lungo studiato. Come assessore al turismo e ai fondi europei, sono felice abbia dato la sua disponibilità a darci una mano un professionista bellunese, tra i maggiori esperti del settore a livello nazionale, il cui nome farò più avanti. La scelta di queste persone è avvenuta in totale autonomia e libertà, a conferma dell’obiettivo cui tendevamo, e che lo sganciarci dal sistema dei partiti ci ha permesso».

Jacopo Massaro, che terrà per sé la delega dell’urbanistica e la presidenza della Conferenza dei sindaci, aggiunge: «In merito alle società partecipate, voglio sottolineare la contrarietà al metodo “arriviamo e occupiamo”. Ognuna avrà un’attenta valutazione, perchè sono convinto che chi ha ben lavorato debba continuare a farlo. Valuteremo caso per caso, al di fuori delle logiche di lottizzazione e occupazione. Riguardo ai compensi dei vari Cda, infine, sono del parere che i vari membri non debbano percepire più dell’assessore di riferimento. Questo ci permetterà un risparmio di circa 30 mila euro».

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.