Fondazione Teatri: “Invito a Bettiol e Massaro”

Bettiol e Massaro a confronto (M. Mares)
Bettiol e Massaro a confronto (M. Mares)

BELLUNO – I cittadini bellunesi non possono continuare a sentire sempre e solo la solita campana (quella del Tib) devono essere informati attraverso dati oggettivi e notizie certe, ecco quindi in sintesi la situazione.

Nel breve periodo di presidenza del dottor Zaccone – secondo gli indirizzi dei Soci della Fondazione e grazie all’infaticabile lavoro del nuovo direttore – la Fondazione ha fatto passi importanti nell’acquisire una sua struttura operativa indipendente, lontana dagli schieramenti politici, volta all’affermazione dei principi di equità e trasparenza nell’unico interesse dei cittadini e dello sviluppo culturale.

Tale lavoro è fedelmente riportato nel sito della Fondazione (www.fondazioneteatridolomiti.it) una finestra aperta sul mondo dove tutti possono avere informazioni certe sulla struttura giuridica e organizzativa (Soci, Statuto, finalità, attività, programmazione, regolamento del Teatro di Belluno, storia, collaborazioni recenti, servizi svolti).

Tutti quindi – in particolare i candidati sindaco Bettiol e Massaro – sono invitati a consultare la pagina web per rendersi personalmente conto della qualità della proposta artistica e delle proficue relazioni avviate con le associazioni del territorio, con alcune professionalità locali, ma soprattutto con personalità dello spettacolo e della musica a livello internazionale, che mettono Belluno al pari con altre città di rinomata tradizione culturale.

La Fondazione deve continuare a essere istituzione autonoma che diffonde cultura ed è riferimento a carattere provinciale. Dovrà acquisire nuovi soci e trovare risorse dal pubblico e dal privato, che tradurrà in attività e spettacoli culturali, non a vantaggio di un unico soggetto, ma a vantaggio della collettività, in un circolo virtuoso di crescita e sviluppo intellettuale.

Anche la cooperativa Tib potrà instaurare collaborazioni con la Fondazione, fruttuose per sé e per i cittadini, ma che ognuno svolga il proprio ruolo: l’una deve perseguire le finalità per cui è stata creata tra cui la gestione dei teatri, l’altra deve provvedere a realizzare spettacoli.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.