Carbogno: “A contare saranno le facce dei due candidati”

Michele Carbogno
Michele Carbogno (FB)

BELLUNO – Per chiarire e superare le infinite chiacchiere girate in queste settimane su presunti appoggi, diretti o mascherati, che la componente di Belluno Protagonista starebbe tuttora compiendo in vista del ballottaggio di domenica, va precisato quanto già annunciato nell’imminenza del primo turno, ovvero che nella gran confusione di forze in gioco e nella mancanza di un contenitore da appoggiare con convinzione, la scelta più coerente era quella «di restare sulla propria metà campo: chi gioca a sinistra sulla sinistra, chi a destra sulla destra, cercando però di scegliere all’interno del proprio asse chi rappresenta meglio la zona di pertinenza e non dimenticando che sono solo tre gli aspiranti sindaci con qualche chance reale e che in ogni caso esiste la possibilità di voto disgiunto».

«Ora che in gioco sono rimasti due soli competitor – afferma Michele Carbogno – entrambi rappresentanti l’ala sinistra del panorama politico locale, uno quella ufficiale l’altro quella “senza coloranti”, ma pur sempre due candidati di centrosinistra, la posizione che Belluno Protagonista riafferma è quella di una scelta libera da pressioni, lasciando ai propri simpatizzanti la libertà di valutare se partecipare o meno al voto di ballottaggio e, in caso affermativo, la più totale discrezionalità nello scegliere quale candidato sostenere».

«Più che mai a contare questa volta saranno infatti le facce dei due candidati sindaci, ma anche quelle delle persone che li accompagneranno in questa avventura, e – conclude Carbogno – visto che per persone di centrodestra non vi potrà essere alcun condizionamento ideologico, l’unica scelta coerente sarà quella di natura personale ispirata sulla base della fiducia o della simpatia che ciascun elettore riterrà più forte in uno o nell’altro candidato».

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.