CortinainCroda presentata la quarta edizione al Trento Film Festival

Cortina d'Ampezzo (Luca Mares)
CortinaInCroda(L. Mares - Tiellephoto.it)

CORTINA D’AMPEZZO – Ardita, senza censure, desiderosa di aprire nuovi scenari e alimentare un dibattito positivo e propositivo. La quarta edizione di Cortina InCroda non potrà che avere queste caratteristiche stando alle premesse.

Per presentare il cartellone che animerà l’estate ampezzana dal 6 luglio al 14 settembre, Andrea Gris, direttore artistico di CortinainCroda, Marco Ghedina, il libraio magico responsabile degli aspetti letterari della kermesse e il videomaker Alessandro Manaigo, hanno scelto il TrentoFilmfestival, con cui ormai da tre anni è attivo un sodalizio e una collaborazione, durante l’estate i film del TrentoFilmfestival saranno proiettati a Cortina.

«Il palcoscenico migliore – ha sottolineato Gris – per presentare un lavoro che ci sta particolarmente a cuore: il terzo cortometraggio prodotto da CortinainCroda, che poi verrà proposto nella serata dedicata al cinema a Cortina in questa quarta edizione».

Si tratta di un video di appena 3 minuti che condensa un omaggio a Rinaldo Constantini, cineasta cortinese degli anni 50 a 40 anni dalla sua scomparsa, mixato e montato nel pieno stile CortinainCroda che porta i ritmi della tv a teatro, raccontando e intrecciando storie. Sullo sfondo immagini del 1967, mixate con il ritmo hip hop di un giovane ribelle che la vita ha messo molto alla prova, il rapper OXI, nativo di Pieve di Cadore. Con un esito fortissimo: un video che contrappone una visione familiare delle Dolomiti ad una colonna sonora ‘denuncia’ su ciò che è per i giovani il lavoro svolto dalla Fondazione Unesco.

«Anche questo significa fare cultura della montagna a 360 gradi – sottolinea Marco Ghedina – Sarà un tema di cui discuteremo. Quello che c’è in questo corto è un punto di vista. Durante l’estate tra i tanti eventi che abbiamo in programma, con i numerosi ospiti che si avvicenderanno, raccoglieremo altri punti di vista. Cercheremo di capire meglio cosa fa e ha in programma di fare la Fondazione Unesco che tra l’altro ha sede a Cortina».

Dopo una prima edizione Rosso Scoiattoli, la seconda Azzurro Cortina, la terza Rosa al femminile, si passa al Verde Natura con opinionista Alessandro Gogna nei panni che in passato sono stati di Mauro Corona, Erri De Luca e Dacia Maraini.

Focus di questa quarta edizione il Sudamerica, una mostra sui manifesti di arrampicata sportiva, un flash mob con l’artista Mario Martinelli per un innovativo lavoro sulle ombre. E ancora spettacolo con il tango argentino, sorprese dell’artista della sabbia Silvia Emme, ma soprattutto montagna con Patrick Gabarrou, Ermanno Salvaterra  e altri protagonisti del mondo verticale.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.