Cavaliero e Cassol: “Il PD per la scuola bellunese”

Gerardo Cavaliero
Gerardo Cavaliero

BELLUNO – Alla vigilia della presentazione del progetto per la scuola della Lista Civica “utti per Belluno“, il PD partecipa alla discussione con un documento a firma di Maria Teresa Cassol e Gerardo Cavaliero.

Concreto, immediato, competente. Questo il documento per la scuola bellunese che Maria Teresa Cassol e Gerardo Cavaliero presentano alla città dopo averlo elaborato insieme ad alcuni protagonisti della scuola bellunese.

Nuovo rapporto tra comune e scuole:

– Promozione e coordinamento da parte dell’amministrazione comunale di attività e di interventi di interesse generale (coordinamento biblioteche scolastiche; reperimento fondi da istituti bancari, fondazione Cariverona, etc.; sviluppo dell’informatizzazione delle scuole);

– Presenza dell’amministrazione comunale nelle reti di scuola, in particolare nel centro di integrazione della disabilità e degli studenti stranieri e nella rete per un mondo di solidarietà e pace;

– Prestare particolare attenzione da parte dell’amministrazione alle problematiche delle scuole superiori del comune nell’attuale delicata fase di ridefinizione dei compiti e dei poteri della Provincia.

Dimensionamento scolastico:

– Mantenere l’UST-Belluno autonomo e con dirigente titolare per garantire efficienza ed efficacia nella gestione del servizio;

– Nell’eventuale riorganizzazione degli istituti scolastici del comune siano garantiti almeno tre istituti comprensivi con la salvaguardia dei plessi esistenti.

Edilizia scolastica:

– Piano di recupero per la “Gabelli” (operando per stralci con la restituzione immediata alla scuola);

– Messa a norma degli altri istituti scolastici a partire dalla scuola dell’infanzia “Cairoli”.

Settori scolastici:

– Asili nido: favorire l’istituzione di nuove sezioni di asilo nido eventualmente integrati a scuole dell’infanzia;

– Scuole dell’infanzia: ampliamento del servizio anticipando l’età di ingresso (sezioni primavera) mediante integrazione tra servizio statale e paritario. Maggiore elasticità di orari collaborando con cooperative sociali per garantire la flessibilità necessaria;

– Scuola primaria: ampliamento del tempo scuola anche in collaborazione col privato sociale per rispondere alle domande delle famiglie;

– Scuola secondaria di primo grado: istituire il servizio dei libri di testo in comodato d’uso a partire dalle classi prime. Promuovere azioni efficaci per il contenimento della dispersione scolastica e per favorire l’orientamento verso la scuola superiore e la formazione professionale. (Maria Teresa Cassol e Gerardo Cavaliero)

Informazioni su Redazione 10357 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.