Fortunato Calvi: “Alcune considerazioni sui cervi e il Cansiglio”

Foto archivio (L. Facco - Tiellephoto.it)
Foto archivio (L. Facco - Tiellephoto.it)

FARRA D’ALPAGO – A seguito dell’incontro “Cervi e foresta, quale convivenza?“, tenutosi sabato mattina al Centro Sociale di Tambre ed incentrato sul sovraffollamento dell’ungulato in Cansiglio, vorrei fare alcune considerazioni.

Innanzitutto, vorrei complimentarmi con Veneto Agricoltura, che ha presentato il filmato sull’attuale situazione della Foresta del Cansiglio, comprensibile e realista, ma soprattutto realizzato da chi effettivamente in montagna ci vive. Tale studio, incentrato sui cervi, sulla loro incontrollata riproduzione e sui danni che l’esubero sta comportando, è stato affidato all’ente dalla Regione Veneto.

Grazie alla ricerca, la situazione ben nota a chi vive in questo territorio, ora è più chiara anche a chi non è a diretto contatto con la nostra realtà e spesso parla a sproposito. Approvo appieno l’intervento di Marco Bortoluzzi, intervenuto a margine della conferenza, e come lui, voglio evidenziare le perplessità destate dagli ultimi accadimenti.

Non comprendo, infatti, come mai la Giunta Regionale abbia votato proprio ieri contro l’abbattimento (regolato e sorvegliato) dei cervi. Quello che si stava tentando di attuare non è una strage di animali, ma un ridimensionamento del numero di capi presenti nella foresta perché è necessario capire che il perdurare di questa situazione porterà a danni sempre più gravi, con la compromissione dell’ecosistema.

Questa scelta della Giunta mi fa pensare che sia semplicemente una manovra politica, nel momento caldo delle amministrative, o che negli uffici regionali non abbiano visionato il filmato commissionato da loro stessi.

Tanti si riempiono la bocca gridando alla vendita della nostra foresta, ma nessuno si prende la briga di avviare provvedimenti per una situazione degenerante che, di questo passo, diventerà davvero irrecuperabile.

I miei anni e la mia esperienza tra i boschi, mi hanno insegnato che a parlare di montagna dovrebbero essere solo coloro che in montagna ci vivono. (Fortunato Calvi)

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.