De Carlo: “Ecco come abbiamo lavorato a Calalzo nel 2011”

Il Sindaco Luca De Carlo (Fb)

CALALZO DI CADORE – Durante il Consiglio comunale di ieri sera è stato presentato il Rendiconto al Bilancio 2011 del comune di Calalzo di Cadore: un documento fondamentale e che consente di “tirare” le somme sulla gestione economica ma soprattutto progettuale del municipio.

Il Sindaco Luca De Carlo ci fa pervenire  in sintesi alcuni punti riassuntivi, che possono meglio informare su quanto realizzato dal Comune.

«Nel 2011, come del resto dall’inizio della nostra amministrazione, non è stata imposta ai cittadini alcuna pressione fiscale aggiuntiva: le tasse locali sono rimaste inalterate.

Nell’ambito della gestione 2011, comunque, il Comune ha registrato un sostanzioso avanzo di  bilancio, segno di una oculata gestione delle risorse. Abbiamo affrontato i momenti di crisi ed i conseguenti tagli anche al nostro comune sempre ponendo il cittadino ed i suoi bisogni al centro del nostro agire.

Nei momenti di difficoltà due sono gli atteggiamenti possibili: piangerà addosso o letteralmente sbattersi in prima persona. Noi abbiamo sin dall’inizio scelto la seconda, cercando di sopperire alla mancanza di fondi con un impegno che poi anche quest’anno (come l’anno scorso) ha dato i suoi frutti.

Ecco le nostre principali iniziative tratte dal Rendiconto 2011, a disposizione di tutti i cittadini per una consultazione più approfondita: 

  • Riscossione diretta dei tributi, stop a Equitalia: Ici e Tarsu vengono versate su conti correnti del Comune. In tal modo si è resa  possibile la verifica congiunta dei dati, garantendo al cittadino un servizio che gli consente il pagamento senza oneri relativi alla transazione.
  • Riscossione coattiva delle entrate: affidata alla CM Valbelluna. La convenzione, operativa dal 2012, garantirà quindi procedure chiare e controllabili passo passo dall’amministrazione.
  • Polizia locale: sono operativi 2 agenti a tempo pieno in attività di controllo del corretto conferimento dei rifiuti, di vigilanza del traffico e delle soste, di controllo durante manifestazioni e sui siti naturalistici. 
  • Ordinanze: oltre a quelle sul decoro urbano, ne sono state firmate due in particolare. La prima, sui botti, limita l’esplosione di petardi con alcune deroghe di giorno e di orario (per esempio a capodanno). La seconda riguarda l’abuso di alcol sotto i 16 la cultura dello sballo, e prevede sanzioni a carico di chi cede sostanze alcoliche o di chi, minore, ne viene trovato in possesso (possibile la commutazione delle stesse in lavori socialmente utili).
  • Contributo per il trasporto scolastico: ha aiutato 37 famiglie calaltine dopo la cancellazione di Unico studenti, per un finanziamento totale di 4.297,10 euro. 
  • Bonus libri: a vantaggio delle famiglie con figli iscritti in prima media e prima superiore, abbiamo stanziato 4.908,65 euro.
  • Contributo al Coro della Primaria: 2000 euro per la partecipazione al concorso canoro “Cuoricino d’oro” a Luino.
  • “Studio Giovani”: servizio di studio assistito e attività pomeridiane per aiutare i genitori che lavorano e non sanno a chi lasciare i figli dopo la scuola. Realizzato col contributo di un privato, del “Cantiere della Provvidenza”, della Fondazione Cariverona e in convenzione con la cooperativa sociale Energia Sociale. Oggi frequentano 19 alunni delle elementari. 
  • Biblioteca: il servizio è stato garantito grazie alla collaborazione con l’Istituto Ladin de le Dolomites che ha gestito le procedure di prestito. Sono stati ospitati corsi e convegni di cultura locale, per Dj, sull’identità cadorina, di apicoltura, di creazioni natalizie e disegno. Si sono inoltre organizzati il progetto di “Lettura pensata”, la “Settimana della cultura”, la “Settimana della lettura”, “Nati per leggere”.
  • Accesso pubblico gratuito ad internet: realizzato in Biblioteca grazie ad un finanziamento regionale. Il centro è ora aperto quattro 4 giorni alla settimana, grazie alla convenzione con il Gruppo Natura e Sport ed alla collaborazione del personale della biblioteca.
  • Camp e campeggio: il camp ha accolto 105 bambini delle elementari e medie coinvolgendoli in diverse attività presso la “Casa della gioventù”, vicina al nuovo Parco di Lagole finanziato da Regione e Bim. Il Campeggio in Ajarnola in collaborazione con il Gruppo Natura e Sport è stato organizzato grazie all’aiuto di volontari.
  • “Cadore Natura”: promozione del prodotto tipico e biologico giunta ormai alla quinta edizione, in collaborazione con AIAB Veneto e il Gruppo di acquisto Solidale “El Ceston”, svoltasi il 14 agosto.
  • “Bimbi in fiera”: mercatino estivo dei ragazzi che in estate hanno animato la piazza per un intero sabato.
  • Venetkens: dal 4 al 7 agosto a Lagole si sono ricordati gli antichi veneti con rievocazioni, scene di guerra, laboratori, stand, duelli rituali, rappresentazioni teatrali. 
  • A spasso con il sindaco: poco meno di 500 turisti condotti dal primo cittadino hanno visitato Rizzios ogni domenica mattina di luglio e agosto. 
  • Cicchettiamo: doppio appuntamento in estate a il 31 ottobre per la rassegna partecipatissima di cicchetti in un tour tra i locali e i ristoranti del paese. 
  • Arena e pattinaggio: a seguito di bando pubblico, la gestione del centro di aggregazione invernale è stato affidato al Gruppo Natura e Sport.
  • Nuovo sistema di raccolta rifiuti: consegnato alle utenze residenti il bidone per la raccolta del secco e alle utenze non residenti la chiavetta per l’apertura dei cassonetti stradali. Il nuovo sistema di raccolta ha ulteriormente migliorato la percentuale di differenziata, raggiungendo il 74.76% senza nessun aumento tariffario a carico dei cittadini.
  • Lavori pubblici: abbiamo operato a diversi progetti, tra gli altri: ammodernamento di via Marmarole, consolidamento e impermeabilizzazione della copertura della Scuola Media, nuovo Parco di Lagole, consolidamento strutturale e acquisto di nuovi giochi per il giardino della Scuola Materna, realizzazione di un parco alla memoria di Re Alberto del Belgio in località Caravaggio, rifacimento del fondo del campo di calcio, manutenzione della Biblioteca, manutenzione dei punti fuoco in val d’Oten.
  • Ambiente: abbiamo recuperato numerose aree incolte e provveduto allo sfalcio di tutte le aree comunali per ben 4 volte, sia con i dipendenti del Comune sia utilizzando il monte ore della Comunità Montana (pertanto a costo zero per le casse del Comune). Abbiamo anche svolto piccole manutenzioni su parchi, zone picnic e strade del paese. Grazie all’apporto dei Servizi Forestali Regionali abbiamo continuato l’opera di pulizia e consolidamento delle sponde del Molinà. Un’attenzione costante al territorio ed anche alla sua pulizia, impegnandoci anche in prima persona come un amministratore ha secondo noi il dovere di fare.
  • Presentazione osservazioni alla Provincia di Treviso sui Piani di Gestione delle Zps che chiedevano più acqua alla montagna.
  • Progetto Gioventù attiva: creata una rete di 35 giovani impegnati in attività sul territorio
  • Riconoscimento del Coro della Scuola Primaria quale gruppo di interesse comunale
  • Nightbus: nei mesi di luglio e agosto ha funzionato in tutto il Cadore grazie al coordinamento di 9 Comuni
  • Ex tempore di pittura: 35 bambini partecipanti all’iniziativa organizzata da Franca Vecellio a Rizzios.
  • Servizio civile anziani: il progetto di impiego di volontari denominato “Nonni al doposcuola… e non solo” è stato finanziato dalla Regione con un contributo di 7.320 euro.
  • Bonus bebè: erogati 2.600 euro oltre a 910 euro dalla Cassa di risparmio del Veneto per 13 famiglie.
  • Progetti Stella Polare e Cantiere della Provvidenza: interventi a famiglie disagiate e a vantaggio di giovani neolaureati disoccupati.
  • Contributi alle associazioni: 5.300 euro ai gruppi sportivi e 5.000 alla parrocchia
  • Sportello PASS: continuata anche nel 2011 l’attività dello sportello di servizio sociale.
  • Convenzione col tribunale per lavori socialmente utili da chi è condannato a pene pecuniarie e vuole scontarle impiegandosi gratuitamente per la collettività
  • Bando attività produttive: 3.837,29 euro destinati al finanziamento di eventi musicali o di intrattenimento in genere durante la stagione estiva, nonché al rimborso della TOSAP. Al bando hanno partecipato 8 esercizi pubblici.
  • “A Natale compra a Calalzo”: campagna a sostegno dell’economia locale, promuovendo l’acquisto in paese.
  • Apertura domenicale degli IAT: grazie ad un accordo tra il Consorzio Pro Loco e la CM Centro Cadore, nell’estate 2011 lo sportello è rimasto aperto anche nei giorni festivi».
Informazioni su Redazione 10341 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.