Domani gli studenti visitano l’impianto di smaltimento rifiuti di Santa Giustina

Biodigestore Maserot
Biodigestore Maserot (CS)

SANTA GIUSTINA – Le opportunità della Raccolta differenziata spiegate ai ragazzi. Gli studenti dell’istituto comprensivo di Paese (TV) visiteranno domani l’impianto di trattamento e smaltimento rifiuti del Maserot. Dalle 9 alle 12 i giovani studenti trevigiani, che stanno approfondendo nel loro percorso di studi le tematiche relative all’ecologia e alla produzione di energia “green”, avranno così la possibilità di conoscere da vicino il biodigestore in funzione da ottobre e che produce biogas attraverso la digestione anaerobica della frazione umida dei rifiuti domestici.

«Sono stato contattato direttamente dal preside Claudio Baccarin – spiega il presidente di Dolomiti Ambiente Giuseppe Luigi De Biasi – che ha gentilmente chiesto la nostra disponibilità a permettere una visita guidata dell’impianto. Abbiamo naturalmente acconsentito con piacere: i ragazzi vedranno con i loro occhi che fine fanno i rifiuti che anche loro producono e quanti utilizzi possono avere».

Gli studenti del plesso scolastico trevigiano hanno già avuto modo di visitare, nei mesi scorsi, l’impianto di riciclaggio di Vedelago e il biodigestore agricolo di Caorle, realizzato dalle Assicurazioni Generali (proprietaria da oltre un secolo di una vasta area nella terraferma veneziana) e che produce energia utilizzando gli scarti della produzione agricola.

«Ora è la volta del nostro innovativo impianto – prosegue De Biasi – l’unico del genere nel bacino del Mediterrano, che per realizzare energia utilizza invece i rifiuti domestici e che giustamente i dirigenti scolastici di Paese reputano un esempio da far conoscere da vicino ai ragazzi».

Oltre agli studenti in visita domani, le altre classi medie dell’istituto comprensivo di Paese visiteranno il Maserot (oltre alla cartiera Remo De’ Medici e alla Birreria Pedavena) il 24 aprile e il 3 maggio.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.