Pallavolo serie A: Sisley che reazione, 3 a 1 su Casa Modena

Robert Horstink in schiacciata (A. Testa - Tiellephoto.it)
Robert Horstink in schiacciata (A. Testa - Tiellephoto.it)

BELLUNO – Nella seconda giornata del girone D dei quarti playoff i padroni di casa della Sisley Belluno si impongono 3-1 contro Casa Modena rendendo meno amara la netta sconfitta di sabato contro Latina. Non ci sono speranze per passare in semifinale ma la Sisley può ancora sperare di qualificarsi da seconda per la Challenge Cup. L’inizio orogranata è di altro spessore rispetto all’esordio; Belluno accelera già inizialmente 8-5, e prosegue con un altro strappo firmato Kohut 14-10. Nel primo set sono decisivi gli 8 errori in battuta della squadra di Bagnoli che facilitano il compito di Belluno; i padroni di casa tengono il +4, ottengono un +6 rassicurante e possono gestire gli ultimi scambi chiudendo con Fei 25-21. Nel secondo set inizia ancora forte la Sisley (6-3).

Gli orogranata sono avanti al primo timeout tecnico 8-6 ma subiscono il recupero degli ospiti. Sono Martino e Dennis gli alfieri del sorpasso modenese. Belluno cala in attacco e in ricezione e vede sfrecciare Modena che chiude il set 21-25, 1-1. Il terzo set vede la crescita del capitano orogranata: Fei è l’uomo che regala il primo (8-4) e il secondo (17-9) strappo della frazione. Modena è distratta e tra errori e indecisioni deve abdicare 25-18, 2-1 per Belluno.

A Modena non basta la potenza di Dennis. Il quarto e ultimo set vede più equilibrio, passa però la Sisley nel finale grazie al break ottenuto da Horstink. Complici ancora alcuni errori modenesi (saranno ben 24 in battuta e 9 in attacco) Belluno chiude 25-22 aggiudicandosi il match. Mvp è Alessandro Fei.

I° SET – Il match si apre con un muro di Horstink su Dennis. La squadra di casa sfrutta Bob Horstink e ottiene il primo break proprio con la banda olandese (ace, 5-3). I ragazzi di Piazza sembrano essersi ripresi dall’amara sconfitta di ieri contro Latina e ottengono il 7-4 con capitan Fei. Al primo timeout tecnico Belluno è avanti 8-5. Modena fa male in primo tempo, con Kadziewicz, ma non è altrettanto precisa in battuta, molti errori. Sala riporta a -2 i canarini (10-8), ma la Sisley gioca col coltello tra i denti e produce un altro strappo: Kohut spara fortissimo su Anderson e con un ace porta Belluno sul 14-10. Gli orogranata sfruttano ancora gli errori modenesi e al secondo timeout tecnico restano avanti, 16-12, +4 Sisley.  Il vantaggio viene mantenuto da Belluno, con un Fei scatenato in attacco, 19-15. Qui però arriva la replica col break modenese firmato dall’ace di Sala, 19-17. Piazza chiama timeout, scuote i suoi, e la squadra risponde subito: ace di Kohut e distanze ristabilite, 21-17, +4 Sisley, di nuovo. Belluno ha la forza di piazzare l’accelerazione finale con uno splendido ace di Ogurcak (24-19). Il set è in banca, nonostante l’ace di Bellei, chiude i conti capitan Fei 25-21, per l’1-0 bellunese.

II° SET – Belluno inizia ancora col piede e l’atteggiamento giusto il set; dopo l’iniziale lotta punto a punto vola 5-3. Cresce anche la ricezione orogranata e i benefici arrivano col punto di Fei prima (che difende e attacca senza nemmeno muoversi per il 6-3) e con il pallonetto di Ogurcak che fa andare gli orogranata avanti 8-6 al primo timeout tecnico. Martino di potenza reagisce pareggiando i conti 8-8, poi complice un’invasione 11 pari e un muro di Sala su Horstink gli ospiti ottengono un mini-break che gli permette di mettere il naso avanti 11-12. Lo strappo arriva subito dopo: Dennis sfrutta la lotta sotto rete e lancia Casa Modena, 14-17. Belluno non molla, cala in attacco (39% contro il 50% di Modena); si assiste ad un botta e risposta tra Martino e Ogurcak, lo slovacco fa 16-17, l’italiano 16-18. Modena resta avanti di 2 punti, Belluno invece non riesce a rosicchiare nulla e soprattutto, non riesce a contenere Dennis, in grande crescita. L’opposto cubano e lo schiacciatore numero 15 sono i protagonisti del finale di set. Il muro di Carletti dà il 19-24, primo set-ball modenese. Belluno dopo un timeout chiesto da Bagnoli ne annulla due con Fei (21-24), poi però deve inchinarsi alla potenza di Dennis per il 21-25 finale, 1-1.

III° SET – Dopo un inizio equilibrato (3-3), Belluno è traghettata da un super “Fox” Fei, decisivo in attacco e in battuta. Al primo time out tecnico il capitano regala alla Sisley l’8-4. Dal 10-5 orogranata Angel Dennis si inventa un muro in movimento per il 10-7, ma stavolta il recupero non va in porto. Belluno vola 13-7 complice anche un Kadziewickz che prima si fa murare e poi mette out. La Sisley cresce specialmente a muro: il timeout chiesto da Bagnoli non cambia la partita. Anderson si fa murare e poi mette out un diagonale (uscirà rimpiazzato da Casoli) mentre Ogurcak si dimostra lesto nello sfruttare ogni piccola disattenzione avversaria, 17-9. Qui però Modena grazie alle battute infuocate di Dennis si guadagna un mini-break per il 17-12. Il vantaggio è comunque ragguardevole e vede la reazione istantanea della Sisley con Fei in attacco e anche in battuta che spezza in due il set, 22-14. Sala risponde con un ace ma il set è andato per Modena; Kohut in primo tempo ottiene il set-ball (24-16). Modena non si arrende fino al diagonale del capitano che vale il 2-1, 25-18.

IV° SET – Nel quarto set la Sisley cerca di dare continuità al buon momento: fa 3-1 inizialmente ma si fa recuperare da Sala. Il centrale mette a terra il 4-3 e fa l’ace del 4 pari. Il muro di Kohut su Martino dà un nuovo piccolo strappo, 7-5. E dopo il timeout tecnico riprende a dominare la scena “Fox” Fei, che inanella il 9-6 ma subito dopo compie anche un errore che ridà morale ai modenesi. Casa Modena resta sotto, si rianima e con Anderson agguanta il 9 pari. Si lotta punto a punto; Horstink e Dennis si scambiano cortesie (13-12), la Sisley non riesce a scappare,  Sala con l’ennesimo ace fa 13 pari. Nessuna delle due contendenti produce un break fino alla frustata di Horstink; lo schiacciatore porta la Sisley sul 20-17. La Sisley oggi sembra avere la testa giusta, Ogurcak e Kohut rilanciano l’andatura: 23-20. Dennis tenta di ricucire di potenza, il vantaggio orogranata è comunque importante, l’errore di Bellei regala il 25-22, che vale la vittoria di Belluno per 3 set a 1.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.