Chiuso il corso in Cadore per amministratore di sostegno

Una fase del corso (CS)

TAI DI CADORE – Si è chiuso nei giorni scorsi a Tai di Cadore il primo corso  per Amministratore di sostegno organizzato sul territorio cadorino, che ha visto una positiva partecipazione da parte della popolazione.

Le lezioni sono state costantemente seguite da una quarantina di persone, tra cui molti volontari e anche familiari di persone con disabilità che già svolgono l’incarico di Amministratore di sostegno o tutore per i propri famigliari.

Il corso è stato organizzato in collaborazione con la Conferenza dei Sindaci dell’Ulss1, l’Ulss 1 e il Tribunale di Belluno, con l’apporto del Csv e Comitato d’Intesa tra le associazioni volontaristiche della provincia.

Il corso, organizzato per la prima volta in Cadore, ha già portato i primi risultati concreti: una decina di di partecipanti hanno dato la loro disponibilità definitiva a ricoprire l’incarico di Amministratore di sostegno, mentre una ventina si sono offerti di collaborare per creare un punto di riferimento in Cadore.

La figura dell’Amministratore di Sostegno, prevista dalla legge 6/2004, è nata per tutelare le persone che si trovano impossibilitate a provvedere da sole ai propri interessi, per effetto di malattie gravi,  infermità, o in condizioni di fragilità. Per promuovere e implementare l’istituto dell’Amministratore di Sostegno è anche nata da poco l’associazione “Le-ali” che riunisce gli Amministratori di Sostegno della provincia di Belluno. Al corso in Cadore si affianca anche il corso di Feltre, giunto alla sua terza edizione e che si concluderà sabato prossimo 31 marzo. Anche in questo caso notevole è stata la risposta da parte dei cittadini del comprensorio feltrino, con una sessantina di partecipanti. A Feltre stanno tra l’altro già operando un un centinaio di volontari usciti dai corsi procedenti.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.