Hockey serie A play off: il Cortina non c’è e il Bolzano marca un più uno!

Curtis Fraser (L. Mares - Tiellephoto.it)
Curtis Fraser (L. Mares - Tiellephoto.it)

CORTINA D’AMPEZZO – Dopo la sconfitta di martedì in gara-1, il Cortina torna tra le mura amiche dell’Olimpico per la delicata seconda sfida contro i foxes altoatesini. Non ci sono novità a livello di roster per i padroni di casa, che devono rinunciare a Luca Zanatta e Oberg, mentre dall’altra parte Adolf Insam recupera Zisser ma perde Walcher, assente per la recente scomparsa del padre, e non ha ancora i lungodegenti Meyers ed Edwardson.

Il primo periodo inizia con una fase di studio, e dopo qualche minuto è Insam a portare il primo squillo verso la porta avversaria. L’azione vera inizia quando la prima linea biancorossa spinge sull’acceleratore e sblocca il punteggio, grazie a Giliati che non sbaglia sul rebound concesso dopo un tiro ravvicinato di Knackstedt. L’1 a 0 non basta ai foxes che attaccano a testa bassa, non concedendo nulla agli avversari nemmeno in inferiorità; per il raddoppio è dunque solo questione di minuti, e al 13.39 Giliati si veste da assistman e dopo una serpentina serve un gran disco a Rogers che non sbaglia da due passi. Strigliati da coach Mair, i giocatori ampezzani riescono a farsi vedere nel finale: è Fraser a suonare la carica con due grandissime occasioni, ma in entrambi i casi il suo tiro è respinto al mittente da Zaba. 0 a 2 alla prima sirena.

Nel secondo periodo per lunghi minuti il Cortina continua ad essere inefficace in attacco, specialmente in fase di creazione dei pericoli. È quindi Sharp il primo a rendersi pericoloso con un tiro respinto dalla maschera di Levasseur, quindi Dingle sbaglia (seppur contrastato fallosamente da Borgatello) davanti a Zaba. Poco dopo la boa di metà periodo i foxes hanno un doppio power play a disposizione, ma non riescono a trovare l’allungo, quindi gli ampezzani non sfruttano la miglior occasione della loro partita: Fraser si fa fermare a due passi dalla gabbia da Zaba, il quale bravissimo a ripetersi anche pochi secondi dopo in una furiosa mischia col disco che esce di un soffio. Da quella ripartenza nasce però il gol del 3 a 0, siglato da Knackstedt dopo un contropiede perfetto chiuso in gol dopo aver dribblato Levasseur. Non succede più nulla sino alla seconda sirena, alla quale si va dunque con gli ospiti avanti di tre gol.

Nemmeno nel terzo periodo gli ampezzani riescono a cambiare marcia, mentre il Bolzano gioca con ordine e senza rischiare nulla. Il primo a farsi vedere è Harjula per due volte dopo pochi minuti, quindi Felicetti si fa sentire dalle parti di Zaba, mentre il collega Levasseur si esalta in due occasioni su Rogers e Insam. Il gioco scorre via veloce e senza troppi sussulti, e non basta al Cortina togliere il goalie negli ultimi tre minuti per pescare quantomeno il gol della bandiera, con un volenteroso Dingle che viene fermato in più occasioni da Zaba. Finisce così 3 a 0 questa gara-2, importantissimo successo esterno per i foxes che ora conducono due lunghezze a zero nella serie.

(3) Hafro SG Cortina – (2) HC Bolzano 0:3 (0:2, 0:1, 0:0)
Serie 2 a 0 per il Bolzano

Hafro SG Cortina: Jean-Philippe Levasseur (Renè Baur); David Bowman, Paul Baier, Mark Isherwood, Luca Zandonella, Michele Zanatta; Ryan Dingle, Curtis Fraser, Rob Hennigar, Jonas Johansson, Luca Felicetti, Giorgio De Bettin, Ryan Menei, Francesco Adami, Andrea Moser, Denis Soravia, Andrea Baldo, Christian Menardi; Coach: Stefan Mair

HC Bolzano: Matt Zaba (Günther Hell); Brandon Rogers, Alexander Egger, Christian Borgatello, Andrea Ambrosi, Daniel Fabris; Stefano Giliati, Jordan Knackstedt, Mac Gregor Sharp, Marco Insam, Mark McCutcheon, Anton Bernard, Stefan Zisser, Enrico Dorigatti, Tuomo Harjula, Federico Demetz; Coach: Adolf Insam

Marcatori: 0:1 Stefano Giliati (5.12), 0:2 Brandon Rogers (13.39), 0:3 Jordan Knackstedt (36.32)

Informazioni su Redazione 10471 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.