Trasferta austriaca per il Team Operativo di Cortina 2017

Il team Operativo
Il team Operativo a Schaldming

CORTINA D’AMPEZZO – Una visita “interessata”, utile per capire quali sono i punti di forza e le prerogative di una località che si appresta ad ospitare un Mondiale di sci Alpino.

Questo l’obiettivo della delegazione di Cortina 2017, che si è recata a Schladming, piccola cittadina della Stiria, situata nel Land più verde dell’Austria, dove, fino a domenica 18, si sono disputate le finali di Coppa del Mondo di sci alpino, vere e proprie prove generali per i Mondiali dell’anno prossimo ospitati dalla stessa località austriaca.

Guidato dal direttore generale del Team Operativo di Cortina 2017, Martin Schnitzer, lo staff era composto da Stefania Zangrando, Matteo De Biasi, Giacomo Giorgi, Giorgio Gaspari e Nicola Menardi. Il gruppo ha approfittato dell’occasione per valutare in diretta le modalità di organizzazione delle gare per carpirne i segreti.

Adolfo Menardi, sport manager della Candidatura, direttore di gara della Coppa del Mondo di sci femminile e membro del Consiglio Direttivo Associazione Permanente Coppa del Mondo 2011-2012, e molti componenti del gruppo sport (Denis Costantini, Francesco Ghedina e Fernando Nucciotti) hanno approfittato della trasferta nella località austriaca in primis per vedere piste e tracciati.

Ottimo il feedback raccolto dal team cortinese, che ha potuto apprezzare l’efficienza di Schladming in fatto di sostenibilità e funzionalità degli impianti, tutti modernissimi, e delle infrastrutture. La località infatti, con l’arrivo della ferrovia e poi con l’ampliamento della viabilità stradale, nel corso degli anni è diventata una stazione turistica e un centro sciistico sempre più importante, dove è stato realizzato un nuovo stadio che sarà utilizzato anche per i mondiali si sci del 2013.

Molti gli spunti di interesse di cui fare tesoro per lo sviluppo del turismo a Cortina: gli austriaci da decenni organizzano competizioni di altissimo livello con 40.000 – 50.000 spettatori per gara, inoltre la Stiria sta collaborando con l’Istituto austriaco per l’Ecologia alla creazione di “green events”, eventi a basso impatto ambientale organizzati sul territorio.

Martin Schnitzer, che ha partecipato a diversi incontri con consiglieri e dirigenti internazionali, commenta soddisfatto: «I responsabili marketing della FIS hanno fatto i complimenti un’altra volta a Cortina per l’organizzazione dell’ultima Coppa del Mondo di sci femminile, ma anche per il World Snow Day dello scorso 22 gennaio, una giornata sulla neve indetta a livello mondiale dalla FIS, nell’ambito della campagna “Bring Children to Snow”».

«Abbiamo respirato un’atmosfera favorevole, molto costruttiva e professionale» conclude il direttore del Comitato, «faremo tesoro di questa trasferta positiva, utile per studiare nuove strategie da adottare per far sì che i sedici delegati della FIS puntino su Cortina. Tutti i nostri sforzi saranno concentrati su questo obiettivo».

Un’altra tappa fondamentale, quindi, sulla strada che la Regina delle Dolomiti intende percorrere verso l’auspicata vittoria finale.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.