Hockey Cortina: Moser orgoglioso dei risultati ottenuti

Il Presidente dell'Hafro Cortina, Sandro Moser (Luca Mares)
Il Presidente Sandro Moser (L. Mares – Tiellephoto.it)

CORTINA D’AMPEZZO – La netta vittoria di martedì 13 marzo sera, contro il Valpellice, ha permesso all’Hafro Cortina di accedere alle gare di semifinale, che si disputeranno contro il Bolzano a partire da domani martedì 20 marzo.

«Sono molto orgoglioso, e parlo certo di interpretare i sentimenti di tutta la dirigenza e di tutti i tifosi che hanno seguito quest’anno la squadra, di quello che sono riusciti a fare Mair e tutti i ragazzi», ha commentato il presidente della Sportivi Ghiaccio Cortina Sandro Moser, «e lo sono tanto di più perché il Cortina è riuscito a ottenere una vittoria per lo sport e per l’hockey italiano, eliminando una squadra che fino a ieri aveva falsato il campionato, giocando con le regole federali e cioè con più stranieri di quanti ne prevedessero sia il gentlemen agreement firmato quest’anno sia quello firmato l’anno scorso. E questa eliminazione è stata netta, senza appello: il Cortina ha dato un grande spettacolo anche con soli nove stranieri, e ci ha fatto capire sul ghiaccio che per raggiungere il successo bisogna essere onesti, sportivi, e che bisogna soprattutto costruire la squadra in base alle proprie possibilità, con umiltà e sudore».

E il passaggio in semifinale, guadagnato con l’eliminazione di una squadra che di fatto ha infranto le regole per tanti mesi, è proprio un riconoscimento concreto del grande lavoro che è stato svolto da Mair e da tutti i giocatori, e che va ad aggiungersi alla vittoria della Coppa Italia dello scorso gennaio.

«Questa è stata una grande stagione. Affronteremo le prossime partite con questo spirito: il Bolzano è una squadra molto difficile, ma cercheremo ancora di far bene e di far divertire», ha commentato Moser.

Infine, un pensiero alla Lega Italiana Hockey Ghiaccio: «Mi sembra evidente che qualcosa, all’interno della Lega, non funzioni. La grande sfida per la prossima stagione sarà quella di stabilire regole chiare fin dall’inizio del campionato trovando mezzi idonei per farle rispettare. Il Cortina», ribadisce Moser, «crede nella Lega e farà di tutto perché questa sia operativa e possa contribuire alla crescita del movimento hockeistico in Italia. Questo obiettivo però bisogna raggiungerlo tutti insieme: mi auguro che anche le altre società, soprattutto quelle che non ne hanno voluto sapere di rispettare i patti, in questa stagione, siano animate dallo stesso spirito e possano sedersi per discutere e trovare un accordo che soddisfi tutti. È ora di smetterla di fare vittimismi: l’hockey in Italia può crescere solo con regole uguali rispettate da tutti e con l’impegno di ogni singola società».

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.