Ponte nelle Alpi: ancora nessuna traccia di De Toffol

I volontari del Soccorso Alpino
I volontari del Soccorso Alpino

PONTE NELLE ALPI – Una nuova ricerca nei luoghi della scomparsa di Aldino De Toffol, quest’oggi, non ha purtroppo fatto luce sul destino dell’uomo, scomparso domenica scorsa attorno alle 14, dopo essere uscito dalla casa di Quantin.

A partire dalle 8, una trentina di persone ha nuovamente effettuato una serie di sopralluoghi attorno all’abitato, ripercorrendo le aree dove i cani molecolari si erano soffermati e verificando altre zone considerate prioritarie.

Dopo che il Centro mobile di coordinamento del Soccorso alpino, fermo nel piazzale della trattoria All’alpino di Pus, ha definito le aree di ricerca, le squadre si sono mosse tra Costa del Pin e Costa Legner, sotto l’abitazione dei famigliari a Quantin, controllando le casere e le rimesse presenti, attorno a Lastreghe dove l’uomo risiedeva, tra Col Falalto e Col Panado e ridiscendendo i numerosi canali che tagliano i pendii.

Al momento della scomparsa Aldino De Toffol, che è alto un metro e settanta circa e ha capelli bianchi, indossava pantaloni marroni e maglione beige. Chiunque avesse sue notizie è pregato di avvisare i carabinieri o il 118.

Hanno preso parte alla ricerca di oggi le Stazioni del Soccorso alpino di Longarone, Belluno e Alpago e i volontari dell’Ana di Ponte nelle Alpi-Soverzene.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.