Emergenza acqua: autobotti a Livinallongo e Sovramonte

Bim Gestione Servizi Pubblici
Gestione Servizi Pubblici

BELLUNO – Autobotti dei Vigili del Fuoco, da oggi e per tutta la giornata, a Larzonei di Livinallongo e ad Aune e Croce d’Aune di Sovramonte.

A Larzonei è servita tutta la giornata per caricare il serbatoio ed immettere circa 30 mila litri d’acqua: questo garantirà continuità nell’erogazione per tutto il fine settimana alle utenze della parte bassa del paese (circa una ventina di famiglie).

Ad Aune e Croce d’Aune, invece, comincia a farsi sentire la carenza d’acqua nella sorgente delle Valdelle: oggi e domani le autobotti dei Vigili del Fuoco alimenteranno le vasche dell’acquedotto con circa 50 mila litri d’acqua, in modo da garantire l’erogazione alle utenze collegate (circa un centinaio).

«In loco stiamo riparando perdite a tappeto – spiega la società – in modo da trattenere in rete quanta più acqua possibile. Questa mattina abbiamo tappato una falla lungo l’adduttrice che dalla sorgente delle Valdelle porta l’acqua ai serbatoi locali, mentre ieri ne abbiamo riparato due lungo la rete idrica di Faller: è l’unica misura utile per contenere gli effetti della siccità in corso. Raccomandiamo in ogni caso all’utenza di ridurre al minimo i consumi, specie laddove ricorriamo agli approvvigionamenti con autobotti».

E a restare senz’acqua, ma non per siccità, è toccato, stamattina, al centro cittadino di Belluno: contestualmente ai lavori del Comune per la sistemazione della pavimentazione stradale del centro cittadino, i tecnici di Gsp hanno provveduto a rifare integralmente un allaccio ad uso antincendio: l’intervento ha reso necessaria la sospensione dell’erogazione per circa un’ora.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.