Calcio 2° categoria: Coi de Pera beffato al novantaduesimo

Primo gol del Revine sul Coi (A. Collazuol - Tiellephoto.it)

TARZO DI REVINE LAGO – Il Coi de Pera torna a bocca asciutta dalla trasferta in terra trevigiana contro il Tarzo Revine Lago, dopo una gara strana dalle due facciate. Ad un primo tempo in cui l’undici di De Biasi sembrava non essere nemmeno sceso in campo, si contrappone una ripresa nella quale, dopo aver agguantato il pareggio e aver sprecato due limpide occasioni da goal, ha subito la beffa del 2 a 1 nei minuti di recupero.

Venendo alla cronaca della partita, l’inizio per i pontalpini è completamente da dimenticare con il Tarzo a giostrare il pallone a proprio piacimento sotto l’esperta regia del proprio capitano Camporese. La squadra ospite viene schiacciata nella propria metà campo con i soli Collazuol e Loris Bortot in avanti che si eclissano presto per la mancanza di palloni giocabili. I trevigiani si rendono pericolosi prima con Uliana e poi Bounafaa che sfiorano il goal del vantaggio. Il Coi de pera si riassume in due punizioni di Collazuol e Loris Bortot che si infrangono entrambe sulla barriera. Il goal è nell’aria, e alla mezz’ora Uliana fa tutto da solo saltando agilmente prima Bonanni, e poi il rientrante Burigo e, presentatosi davanti a Casagrande, lo fredda insaccando di sinistro sotto la traversa.

Alla fine della prima frazione di gara il risultato sembra anche sorridere ai Coi, che sono immeritatamente ancora in partita. De Biasi in spogliatoio fa la voce grossa, ed inserisce Bronzato cercando di giocarsi il tutto per tutto. Si palesa da subito un piglio differente e il baricentro della squadra pontalpina si alza limitando così lo strapotere dei padroni di casa.

La prima azione palla a terra dei Coi si conclude subito nel migliore dei modi, Balest serve Bronzato nello spazio  davanti a Tegon, lo beffa con tocco sotto, sul quale si avventa Loris Bortot che, per non saper né leggere né scrivere, insacca da solo a porta vuota.

I padroni di casa sbandano per tutto il secondo tempo, e il Coi inizia a sognare l’impresa. Loris Bortot fa a spallate con la difesa trevigiana e di forza si presenta a tu per tu con Tegon, sembra fatta, ma l’attaccante di Quantin calcia addosso all’estremo difensore del Tarzo che respinge la conclusione. Il Coi non demorde e l’altro Bortot, Federico, decide di andare in porta da solo, partito largo a sinistra salta due giocatori trevigiani come fossero birilli, ma una volta davanti a Tegon calcia centralmente facendo fare bella figura all’estremo di casa.

Il portiere trevigiano è nuovamente protagonista cinque minuti dopo su di un colpo di testa di Federico Bortot, pescato solo in area da un cross al bacio di Bronzato, ma Tegon chiude nuovamente la saracinesca salvando i suoi.

Dopo tanti sprechi arriva puntuale la beffa per la formazione di De Biasi, quando Goriban al quarantasettesimo raccoglie un rinvio corto della difesa pontalpina e scaglia in porta un sinistro di potenza inaudita battendo Casagrande e regalando la vittoria ai suoi.

Brutta sconfitta per la compagine di patron Della Vecchia che vede allontanarsi la salvezza diretta, ed avvicinarsi lo spauracchio dei play out. Ora, da qui alla fine del campionato al Coi si prospetteranno nove finali in cui sarà fondamentale  accumulare più punti possibili, indipendentemente dall’avversario. (Emanuele Collazuol)

TARZO REVINE LAGO: Tegon 6,5; Balbinot 5,5; Galli 6; Piccin 5,5; Goriban 6,5; Sartor 6; Senigaglia 5,5; Camporese 6,5; Uliana 7; Fava 6; Bounafaa 5,5. Sono entrati: Bovolato 6; Zanin s.v; Alpago 5,5.

A.S.D. COI DE PERA: Casagrande 6; Burigo 5,5; De Fina 6; Balest 6; De Vettor 6; Bonanni 5; F. Bortot 5,5; M. Della Vecchia 5,5; L. Bortot 5,5; Collazuol 5; Falso 5. Sono entrati: Bronzato 7.

Ammoniti: Galli; Senigaglia; Camporese; M. Della Vecchia

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.