Hockey serie A play off: un buon inizio tra Cortina e Valpellice

Jean Philippe Levasseur (L. Mares - Tiellephoto.it)
Menei in azione (L. Mares - Tiellephoto.it)

CORTINA D’AMPEZZO – Gara 1 già molto interessante tra Cortina e Valpe, con gli ampezzani che ricevono i torresi reduci da nove vittorie in dieci partite di relegation round. Stefan Mair schiera tutti i transfer card a sua disposizione e deve rinunciare solo a Luca Zanatta, Ron Ivany conferma la squadra vista nelle ultime uscite con l’assenza del solo Regan.

Sono gli ospiti ad iniziare meglio il match e mettere sotto il Cortina, con Levasseur che deve superarsi per salvare la sua gabbia, quindi la prima occasione ampezzana arriva con Oberg davanti alla gabbia. Col passare dei minuti i padroni di casa riescono a riequilibrare il match, che rimane tirato e veloce sino alla prima sirena, senza che nessuna delle due squadre riesca a sbloccare il punteggio.

Il secondo tempo vede un Cortina a dir poco spettacolare schiantare la Valpe. Aprono Hennigar e Fraser in nemmeno due minuti, quindi è ancora Fraser a concludere un power play giocato molto bene dai biancazzurri. La Valpe spreca un’occasionissima con Dickenson ed è sfortunata quando, al 38.58, Martinelli commette un involontario autogol su un disco in mezzo di Felicetti. A un secondo dalla sirena poi arriva anche il 5 a 0, ancora di Hennigar, per 20 minuti da dimenticare in casa valligiana.

Nel terzo periodo la Valpe prova a spingere subito per cercare l’impresa, ma non va oltre il gol di Desmet in power play. Questo perché Levasseur si conferma su livelli ottimi, fermando in diverse occasioni gli attaccanti valligiani, quindi col passare dei minuti la spinta piemontese viene contrastata meglio dalla difesa ampezzana. Nei secondi dieci minuti del periodo poi il ghiaccio dell’Olimpico diventa degno di un ring di Wrestlemania, con tantissimi giocatori spediti in panca puniti dagli arbitri, ma nessuno con penalità partita. Poco da segnalare sino alla sirena finale, che sancisce la vittoria del Cortina per 5 a 1.

(3) Hafro SG Cortina – (6) HC Valpellice Bodino Engineering 5:1 (0:0, 5:0, 0:1)

Hafro SG Cortina: Jean-Philippe Levasseur (Renè Baur); David Bowman, Paul Baier, Mark Isherwood, Luca Zandonella,Jan Öberg, Michele Zanatta; Ryan Dingle, Curtis Fraser, Rob Hennigar, Jonas Johansson, Luca Felicetti, Giorgio De Bettin, Ryan Menei, Francesco Adami, Andrea Moser, Denis Soravia, Andrea Baldo, Christian Menardi; Coach: Stefan Mair

HC Valpellice Bodino Engineering: Steve Valiquette (Marcello Platè); Trevor Johnson, Ryan Martinelli, Kevin Kantee, David Urquhart, Florian Runer, Ladislav Benysek, Luca Rivoira, Martino Durand Varese; Robert Sirianni, Taggart Desmet, Garret Bembridge, Lou Dickenson, Alex Nikiforuk, Luca Frigo, Alex Silva, Marco Pozzi, Stefano Coco, Pietro Canale; Coach: Ron Ivany

Marcatori: 1:0 Rob Hennigar (20.10), 2:0 Curtis Fraser (21.53), 3:0 Curtis Fraser (27.17), 4:0 Luca Felicetti (38.58), 5:0 Rob Hennigar (39.59), 5:1 Taggart Desmet (44.09)

Le partite di hockey Serie A di sabato 3 marzo (Gara 1 dei quarti di finale):

(1) Lupi Fiat Professional Val Pusteria – (8) Supermercati Migross Asiago 4:2 (2:1, 1:1, 1:0)
Serie 1 a 0 per il Val Pusteria

(2) HC Bolzano – (7) Val di Fassa Ferrarini 5:2 (4:1, 0:1, 1:0)
Serie 1 a 0 per il Bolzano

(3) Hafro SG Cortina – (6) HC Valpellice Bodino Engineering 5:1 (0:0, 5:0, 0:1)
Serie 1 a 0 per il Cortina

(4) Aquile FVG Pontebba – (5) HC Alleghe Tegola Canadese 6:1 (2:0, 3:0, 1:1)
Serie 1 a 0 per il Pontebba

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.