Pallavolo Coppa Italia: Trento batte la Sisley Belluno a Roma

Alessandro Farina in ricezione (L. Mares - Tiellephoto.it)
Alessandro Farina in ricezione (L. Mares - Tiellephoto.it)

ROMA – Sisley al cospetto della favoritissima Itas Trento al PalaLottomatica di Roma, per la seconda semifinale della Coppa Italia Del Monte. Caoch Piazza ha la squadr al completo e va con il sestetto-base, Suxho in regia, Fei opposto, al centro De Togni in diagonale con Kohut, schiacciatori Horstink e Ogurcak, libero Farina.

Trento priva di Birarelli manda in campo Raphael al palleggio con Stokr opposto, al centro Djuric e Burghstaler, in banda la terribile diagonale Kaziyski-Juantorena, libero Bari.

Primo set e subito Trento prova a scappare con Jantorena in battuta (2-0), ma la Sisley risponde bene con Fei e Kohut e pareggia fino a quota 5, nonostante un Kaziyski scatenato in attacco. Poi Stokr decide uno scambio lunghissimo e sigla il 7-5 che rimette Trento in corsia di sorpasso; al primo t.o. tecnico è 8-6 per i campioni. Alla ripresa del gioco la Sisley si disunisce per qualche scambio, e su due errori (Ogurcak e Horstink) la squadra trentina scappa via (13-8). Sarà il momento decisivo del set. La Sisley combatte a muro chiudendo spesso la strada agli avversari, ma Trento copre in maniera eccezionale, la palla non cade mai e il resto lo fanno gli attaccanti su palla alta: ancora Stokr firma il 16-10 al secondo time out tecnico per l’Itas. La Sisley attacca bene con i centrali (quasi perfetti Kohut e De Togni) quando Suxho è favorito da una buona ricezione, ma Piazza è costratto a chiamare il suo secondo time out sul 18-11 per Trento. Entra Abdelaziz per la battuta e fa l’ace del 18-13, poi ci si riavvicina ancora con Fei (19-15), ma Trento non molla. De Togni continua dal centro a trovare varchi importanti in attacco e Stoychev chiama time out con i suoi avanti 20-16. Trento ne beneficia e piazza un altrto minibreak (22-17), poi Fei mura per il 23-18, Horstink annulla il primo set point, ma l’Itas chiude 25-19 senza patemi (ben 7 errori punto per gli orogranata).

Nel secondo set prova a partire bene la Sisley 3-2 con fei, poi Ogurcak con due ricami sigla un interessante 3-5, subito rintuzzato da Trento. Ma c’e’ un grande equilibrio in campo, Juantorena sigla colpi importanti, Fei risponde, poi ancora il cubano con un ace fortunato per l’8-7 Trento al time out tecnico. Piazza si infuria per due palloni morbidi che cadono beffardamente senza difesa (10-7), time out, poi Colaci fa un miracolo con l’ennesima copertura e Stokr chiude (13-8). La Sisley non demorde e con un parziale di 4-0 (errore Djuric, poi Fei e due muri di Kohut) torna sotto (13-12) riaccendendo l’entusiasmo, ma un fallo di seconda linea di Fei permette ancora ai trentini di allungare (16-13). La squadra bellunese gioca bene sul piano tattico, ma si autocondanna con troppi errori gratuiti (6 anche nel secondo set) che consentono a Trento di prendere in mano il set e di andare poi con fiducia ad allungare con la specialità della casa, cioè la battuta (aces anche di Djuric e Raphael), mentre Juantorena dà spettacolo (7 punti nel set). Coach Piazza prova anche Dolfo, ma non basta e Trento chiude con Djuric protagonista al centro: 25-18 e la squadra di Stoychev vola via 2-0.

Terzo parziale e Trento prova a scappare subito 2-0, ma la Sisley risponde con il muro di Fei e con Ogurcak (ace) con un controbreak di 4-0 i bellunesi vanno avanti 4-2, ma è un fuoco di paglia, e con un altro errore (Fei) in attacco l’Itas raggiunge la parità a quota 6. Juantorena, sempre lui, manda avanti i suoi 9-7, ma la Sisley con Kohut che fa un paio di battute al fulmicotone raggiunge la parità a quota 10, poi Fei sorpassa da seconda linea (11-10). Poi è Trento a riprovare l’allungo con il muro di Djuric (14-12), ma Fei è bene in partita e risponde colpo su colpo facendo vedere tutto il suo repertorio al pubblico di Roma. Al secondo t.o. tecnico è 16-14 per Trento. Sul 16-15 Ogurcak ha la palla per il pari, ma viene tenuto e Juantorena sigla il 17-15, poi Ogurcak manda out l’attacco ed è break: 18-15 per l’Itas. Sul 18-16 Stoychev chiama time out perché Piazza gli presenta lo spauracchio Abdelaziz in battuta, ma stavolta la mossa non riesce. Prima Juantorena (mvp, grandissima la sua gara anche se il titolo ufficiale il pubblico lo assegna a Kaziyski), poi Fei mette out di un millimetro la parallela e Trento allunga 20-16.

E’ il momento della resa per la Sisley che cede le armi 25-17 e se ne torna mestamente a casa con il 3-0 per l’Itas che va meritatamente in finale con la Lube.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.