L’Italia si aggiudica l’Euro Ice Hockey Challenge

Una partita Alleghe vs Asiago al De Toni (T. Zampieri - Tiellephoto.it)
Rocco, uno dei marcatori della finale (T. Zampieri - Tiellephoto.it)

Terzo e ultimo appuntamento per la Nazionale azzurra all’Euro Ice Hockey Challenge, con la sfida ai padroni di casa che vale il successo nel torneo. Contro una formazione di buon livello come quella ucraina, coach Cornacchia riaffida la guarda dei pali a Bellissimo, e rinuncia all’infortunato Insam e a Gander, ridando spazio in difesa a Plastino.

Il match inizia subito bene per l’Italia, che dopo nemmeno due minuti colpisce subito con Bernard in 4 contro 4, ma l’Ucraina reagisce immediatamente e con Kasayanchuk pareggia in superiorità. Anche l’Italia però trova subito il nuovo vantaggio, grazie ad un’azione personale di Rocco, e si va al primo intervallo sul 2 a 1 per gli azzurri.

Il secondo tempo si apre subito con un gol, ma è quello del pareggio dei gialloblù con Toryanik, che vale il 2 a 2 al 21.57. Tante penalità in pista ma squadre incapaci di finalizzarle, e si prosegue sul filo dell’equilibrio per lunghi minuti, cioè sino a quando Benetti non riporta avanti gli azzurri. Peccato che a soli cinque secondi dalla sirena ci pensi ancora Kasayanchuk (in inferiorità numerica) a fissare il nuovo pareggio sul 3 a 3 dopo un contropiede solitario.

La battaglia continua anche nel terzo periodo, quando l’Italia torna ancora avanti con il gol di Scandella per il 4 a 3. Le squadre aumentano la disciplina e non concedono nessun power play all’avversaria, ma l’Ucraina impatta di nuovo con Pastukh, capace di infilare Bellissimo per la quarta volta. Sino alla sirena il punteggio non si muove più, e si va dunque all’overtime dove sono i padroni di casa a spingere maggiormente, ma la difesa italiana si salva in ogni occasione. Servono così i tiri di rigore per assegnare la vittoria finale, e a spuntarla sono gli azzurri: Scandella e Sirianni sono impeccabili, le due parate di Bellissimo fanno il resto, ed ecco servito il secondo successo consecutivo nell’Euro Ice Hockey Challenge dopo quello di novembre 2011.

Italia – Ucraina 5:4 d.t.r (2:1, 1:2, 1:1, 0:0, 1:0)

Italia: Daniel Bellissimo (Thomas Tragust); David Bowman, Matt De Marchi, Fabian Hackhofer, Armin Helfer, Armin Hofer, Andreas Lutz, Nick Plasino, Stefano Marchetti; Luca Ansoldi, Federico Benetti, Anton Bernard, Karl Edwardson, Luca Felicetti, Patrick Mair, Patrick Iannone, Diego Iori, Thomas Pichler, Vincent Rocco, Giulio Scandella, Robert Sirianni. Coach: Rick Cornacchia Marcatori: 1:0 Anton Bernard (1.58), 1:1 Kosyantyn Kasayanchuk (3.25), 2:1 Vince Rocco (4.36), 2:2 Oleksandr Toryanik (21.57), 2:3 Federico Benetti (35.17), 3:3 Kosyantyn Kasayanchuk (39.55), 4:3 Giulio Scandella (46.01), 4:4 Yevgen Pastukh (55.04), rigore decisivo di Rob Sirianni

Programma Euro Ice Hockey Challenge 2012 di Kiev:

9 febbraio 2012
Lituania – Italia 0:4 (0:1, 0:3, 0:0)
Ucraina – Romania 7:0 (1:0, 2:0, 4:0)

10 febbraio 2012
Italia – Romania 4:3 (2:2, 1:1, 1:0)
Ucraina – Lituania 5:1 (1:0, 2:1, 2:0)

11 febbraio 2012
Romania – Lituania 4:3 d.t.s (2:1, 0:0, 1:2, 1:0)
Italia – Ucraina 5:4 d.t.r (2:1, 1:2, 1:1, 0:0, 1:0)

Classifica finale Euro Ice Hockey Challenge di Kiev: Italia 8, Ucraina 7, Romania 2, Lituania 1.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.