Il Comitato d’Intesa festeggia 35 anni di vita

La sede del Centro servizi per il Volontariato a Belluno
La sede a Belluno

BELLUNO – A pochi giorni dalla ricorrenza dei 15 anni del Csv di Belluno, si festeggiano i 35 anni di vita del Comitato d’Intesa tra le associazioni volontaristiche della provincia di Belluno.

Una storia che parte da lontano, quella del Comitato d’Intesa. Fu costituito ufficialmente l’11 febbraio 1977 per volontà di 9 associazioni (Abvs, Aido, Anffas, Anmic, Ens, Gruppo volontari handicappati, San Vincenzo de Paoli, Uic e Uildm) allo scopo di coordinare le attività delle realtà aderenti con azioni di cooperazione e solidarietà reciproca.

Una visione lungimirante, quella dei fondatori di allora, attualissima ai giorni nostri nei quali il volontariato è sempre più chiamato a confrontarsi con problemi economici, burocratici e, allo stesso tempo, sollecitato ad intervenire in campi nei quali cui il pubblico e il privato fanno fatica ad operare: l’assistenza agli anziani e disabili, le nuove povertà, l’accoglienza e l’immigrazione.

Mai come ora è valido l’antico proverbio “l’unione fa la forza”: oggi le associazioni aderenti al Comitato d’Intesa sono circa 150, a testimonianza che l’idea dei fondatori di allora è tuttora più che valida. Impossibile ricordare in poche righe 35 anni di attività del Comitato nei suoi molteplici settori.

Fiore all’occhiello è il trasporto e accompagnamento a chiamata, che vede coinvolte 25 associazioni, 42 mezzi, 435 volontari che garantiscono 17.589 ore, una percorrenza di oltre489.000 chilometriper 9000 trasporti a 1800 persone.

Ma non si può dimenticare il Fondo di solidarietà in aiuto di famiglie in difficoltà con persone disabili, o le “storiche” missioni umanitarie in Croazia e Bosnia durante la guerra nei Balcani, gli aiuti nei terremoti in Umbria e Abruzzo o la solidarietà per l’Afghanistan.

Recentemente l’attenzione è stata rivolta all’emergenza profughi, che ha visto coinvolto il volontariato della provincia e ha trovato il Comitato d’Intesa pronto a fare, su richiesta della Prefettura, da raccordo e sollecitazione alle  iniziative dopo la prima fase di accoglienza.

Dal 1987 Il Comitato d’Intesa è iscritto al registro regionale delle organizzazioni di volontariato, gestito da un Consiglio direttivo espressione del volontariato bellunese. Presidente è Giorgio Zampieri, dopo un lungo periodo di presidenza di Gianbattista Arrigoni, oggi presidente onorario. Proprio sulla base del suo know how sulle tematiche del volontariato, il Comitato d’Intesa è anche Gestore del Csv, il Centro di Servizio per il Volontariato.

Pur nella preoccupazione per il periodo travagliato che il volontariato sta vivendo a causa della riduzione delle risorse – afferma il presidente Giorgio Zampieri –  siamo convinti che le emergenze si possano affrontare con uno spirito di solidarietà e responsabilità, scelte politiche di equità che prescindono da valutazioni di opportunità, sempre alla ricerca del bene comune. Forte rimane la nostra volontà di operare nel sociale in tutta la provincia di Belluno, intrecciando rapporti con gli Enti e collaborando con il maggior numero possibile di associazioni, che aderiscono o meno al Comitato d’Intesa e che trovano in esso un punto di riferimento”.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.