Calcio Belluno: un punto con Danilo nel cuore

Il minuto di silenzio in ricordo di Danilo (M. Reolon)

CASTELFRANCO VENETO – Un altro mattone per raggiungere la salvezza matematica. E’ quello conquistato dal Belluno alla terza giornata di ritorno sul campo del Giorgione Calcio: una partita con la solita costanza ma con un grande peso nel cuore. Sicuramente sarebbe stato bello dedicare una vittoria a Danilo, ma nonostante delle ottime occasioni con Furlan all’incrocio dei pali ed il solito Marijanovic, il risultato non si è scostato dallo 0-0. Certo è che sicuramente sarà stato orgoglioso di vedere da lassù quella paratona di Bau che ha salvato il risultato, quindi in questo punto c’è sicuramente qualcosa di lui. E un altro piccolo passo in avanti. Ora già occhi puntati alla prossima domenica in casa contro la seconda della classe: un Delta Porto Tolle che arriverà al Polisportivo con il coltello fra i denti per recuperare dalla sconfitta maturata in casa contro il Mezzocorona; ma che non farà certo paura all’undici di Raschi, convinto a voler strappare punti preziosi a prescindere dall’avversario. (Martina Reolon)

GIORGIONE CALCIO: Lorello, Donè, Riello, Dieng Modou Kane (50’ Lazzaretti), Malerba, Rostellato, Niero, Campagnoli, Simoni, Episcopo (65’ Mattiazzo), Fantinato (80’ Riello). A disposizione: Agostini, Peruzzo, Gallina, Cicatiello. Allenatore: Stefano Esposito.

A.C. BELLUNO 1905: Baù, Lovato, Mastrelli, Furlan, Brustolon, Cresta, Masoch (80’ Moretti), Bono, Marijanovic, Radrezza (75’ Brotto), Mosca (80’ Borotto). A disposizione: D’Antimo, Dazzi, Wiesner, Reolon. Allenatore: Roberto Raschi.

Ammoniti: Donè, Niero, Campagnolo, Brustolon, Marijanovic, Moretti.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.