Opere in pietra e meridiane per abbellire i nostri paesi

Belluno, piazza dei Martiri

BELLUNO – Il Circolo Cultura e Stampa Bellunese continua a recuperare le antiche tradizioni artistico artigianali per offrire opportunità professionali a giovani e persone inoccupate. La 3a edizione del corso “Valorizzazione della tradizione alpina della decorazione murale e della pietra” nell’appena passato 2011 ha focalizzato l’attenzione sia sulle meridiane che sulle opere in pietra.

Tale corso si è rivelato già nelle precedenti edizioni un’importante ed affinata palestra per gli allievi, offrendo così al territorio bellunese un duplice vantaggio: l’incremento dell’occupazione garantito da professioni ormai scomparse e il recupero di opere dal significativo valore artistico.

Oggetto di studio e di applicazione concreta su cui si stanno cimentando gli allievi sono l’arredo urbano e l’ornamentazione artistica in pietra. Nell’apprendere questo antico e affascinante mestiere gli allievi soni affiancati dai maestri bellunesi che da anni portano avanti i segreti della lavorazione della pietra con contributi sui temi della storia dell’arte, dell’immagine e della comunicazione: Michele Tison, Giovanni Sogne, Raul Barattin, Bortoluzzi Ennio e Piero Monestier (coordinatore dell’iniziativa).

Per la terza volta la Fondazione Cariverona ha confermato il suo importante sostegno contributivo a questa iniziativa che ben si inserisce nelle linee programmatiche dell’ente che ha a cuore la valorizzazione delle tradizioni e dei mestieri. Il corso ha riscosso l’interesse e la partecipazione anche della Sez.Edili di Confidustria Belluno Dolomiti, del CFPME di Belluno.

Le opere realizzate dagli allievi, secondo una formula ormai consolidata, andranno ad abbellire i nostri paesi e celebrare importanti ricorrenze per alcune comunità bellunesi: quest’anno i Comuni che partecipano all’iniziativa sono Tambre e Chies d’Alpago, Sedico, Ponte nelle Alpi e Longarone. A quest’ultimo è già stata consegnata la stele in onore dei caduti delle Guerre della Frazione di Soffranco, inaugurata lo scorso 5 novembre. Per la frazione di Alpaos di Chies d’Alpago un bassorilievo sul tema della forza dell’aiutarsi e della solidarietà, inaugurato l’11 dicembre 2011. Per Ponte nelle Alpi una meridiana e per Tambre e Sedico lo stemma araldico dei Comuni stessi (quest’ultimo verrà presentato all’inaugurazione di sabato 21 gennaio presso il Palazzetto dello Sport).

Informazioni su Redazione 10341 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.