La Sisley batte la CMC Ravenna per 3 a 1 alla Spes Arena

La Sisley Belluno a muro (Tiellephoto.it)

La Sisley Volley alla Spes Arena di Belluno batte 3-1 la CMC Ravenna e complici le sconfitte di Roma e Vibo Valentia ottiene la sesta piazza in classifica con la quale si qualifica ai quarti di finale di Coppa Italia. A Belluno gli orogranata chiudono il girone d’andata di Serie A1 Sustenium soffrendo la grande prova di Ravenna del primo set, ma crescendo nel secondo e nel terzo set, complice anche la grande prestazione a muro e le battute vincenti di Robert Horstink, MVP del match. Terzo e quarto set sono facilmente condotti dai ragazzi di coach Roberto Piazza che ai quarti di Coppa affronteranno la Bre Banca Lannutti Cuneo o la Lube Banca Marche Macerata (partite in corso).

I°SET – Il primo set inizia in salita per i padroni di casa. Complice qualche sbavatura orogranata in attacco (finirà il set col 61%) la CMC avanza 2-5. Punge l’opposto Stefano Moro e al primo timeout tecnico la Sisley è sotto 4-8. Ravenna mantiene le 4 lunghezze di vantaggio fino al 5-9; qui i bellunesi si svegliano e rispondono con Ogurcak 7-9. Ravenna non si fa rimontare, tiene il +3 fino a quando Horstink forza la battuta per il 12-14. E’ il momento in cui le due formazioni sono più vicine nell’arco del set perché gli ospiti resteranno sempre in vantaggio. Gli uomini di Babini con Quiroga in battuta sfruttano anche Sirri per riallungare ancora, 12-16, e dopo il timeout la squadra di Piazza non riesce a tornare sotto nonostante un grande attacco in primo tempo di Kohut. Lo stesso centrale slovacco con Ravenna a +4, 16-20, stoppa i biancoblu con un muro. La Sisley prova il riavvicinamento, Piazza ch iede un timeout per tentare il tutto per tutto. Sul 20-23, i romagnoli trovano il set point ma son fermati da Ogurcak (21-24) che però sbaglia la battuta e regala il set a Ravenna: 1-0, 21-25.

II°SET – La Sisley parte forte, vuole rifarsi e con Horstink e “Fox” Fei tiene il +1 nei primi scambi: 6-5. Il muro bellunese, Kohut in particolare, comincia a prevedere le mosse di Moro. Ravenna cala sensibilmente le proprie percentuali in attacco (dal 70 al 52% in questo secondo set). Al timeout tecnico Belluno è sempre avanti di 1, 8-7. Con De Togni in battuta la Sisley spinge forte e con 3 punti di fila ottiene l’11-7 costringendo Babini a chiamare timeout. Si dimostra in palla soprattutto Suxho che coglie il +5, 14-9. La Sisley fa la voce grossa a muro e al secondo timeout tecnico rimane avanti di 4, 16-12. Ogurcak difende con i denti anche se Ravenna rosicchia qualcosa: 17-15 con la schiacciata da posto 4 di Sirri. Piazza è arrabbiatissimo, così arriva la reazione istantanea dei suoi con Fei: 20-16. La Sisley ha il tempo di allungare in coda al set 23-18; Kohut in battuta fa ace su Quiroga, l’arg entino gli risponde allo stesso modo: fa ace permettendo ai suoi di tornare sul -3 (23-20). Fei fa il 24° punto, mentre il 25° arriva per mano di Ravenna che sbaglia la battuta. Il match torna in parità, 1-1, con un secondo set che si chiude 25-21.

III°SET – In apertura di terzo set è un testa a testa tra le due formazioni, dal 6-6 però, due muri orogranata di fila creano il primo piccolo solco: 8-6. L’ottima ricezione bellunese e gli errori in attacco dei romagnoli fanno ottenere un altro break agli uomini di Piazza: 11-7. Si scatena Fei, facendo volare Belluno sul 15-10. Ravenna però non sta a guardare, fa 3-0 e si riporta a -2, 15-13. Le cose migliori Belluno le offre a muro: Fei e De Togni bloccano Sirri e riportano sul +4 i padroni di casa. Si abbassano le percentuali dell’attacco: 48% Sisley contro il 39% della CMC. Mengozzi forza un attacco e gli orogranata viaggiano a +5: 19-14. Fei e compagni aumentano il divario: 23-16 dopo uno splendido attacco di Fox Fei e un muro del duo De Togni-Kohut. E’ un dominio bellunese nel finale di set: la Sisley chiude 25-17, capitalizza l’ottima prestazione a muro (6 a 1) e passa in vantaggio 2 set a 1.

IV° SET – Super Horstink nel quarto set: dal 2-2 la Sisley inanella quattro punti di fila con due ace consecutivi di Horstink che fanno infiammare i 1100 spettatori della Spes Arena (6-2). Dopo il timeout chiesto da coach Babini, Ravenna reagisce, e la Sisley spreca l’8-4 facendosi rimontare 8-7. Grazie al solito muro invalicabile degli orogranata con De Togni prima e Kohut poi, Belluno avanza ancora: 13-10. E’ il momento chiave del set: con Horstink in battuta per la ricezione ravennate son dolori (14-10), e in più, complice un errore in attacco di Sirri, e uno splendido primo tempo di Kohut, la Sisley ottiene un prezioso 17-10. Il centrale slovacco poi si blocca, si infortuna al ginocchio sinistro. I suoi compagni, tengono il vantaggio, 20-13. E chiudono agevolmente il set 25-17 ottenendo il 3-1 finale.

Non c’è riposo per gli orogranata che domenica saranno già impegnati nella prima di ritorno in casa dell’Andreoli Latina, alle 18.00.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.