TSO, l’ULSS 1 precisa la situazione

BELLUNO – Con riferimento al comunicato stampa del Sindaco di Belluno in data odierna “Ricovero impossibile per un TSO effetto dei tagli ai posti letto“, la direzione generale dell’ULSS 1 Dolomiti fornisce di seguito le dovute precisazioni.

«Circa il TSO si rappresenta quanto segue.

Il Sindaco di Belluno ha firmato ordinanza per ricovero TSO della paziente alle ore 1.45 di oggi 14 maggio 2019.

La paziente, arrivata in Pronto Soccorso a Belluno alle ore 3.20, è stata visitata dal medico di PS alle ore 3.27 ed è stata ricoverata presso l’U.O. di Psichiatria dell’Ospedale San Martino di Belluno alle ore 4.25.

Pertanto la notizia di un ricovero fuori ULSS è destituita di fondamento.

Circa la denuncia relativa al numero insufficiente di posti letto in Psichiatria, giova chiarire che la necessità di posti letto, stabilita dal Ministero della Salute per la Tutela della Salute Mentale, è di uno ogni 10.000 abitanti, quindi per la provincia di Belluno 20 posti letto.

Attualmente presso l’ULSS 1 vi sono 16 posti letto a Belluno e 13 posti letto a Feltre, conseguentemente superiori a quanto previsto dalla normativa.

I 6 posti letto dell’ospedale di Pieve di Cadore sono stati riassorbiti nei 29 che la provincia di Belluno è in grado di offrire ai pazienti psichiatrici in fase acuta, e l’assistenza viene garantita su base territoriale.

Quindi nessuna riduzione dell’offerta si è verificata nell’ULSS 1 Dolomiti, tanto meno per effetto delle nuove schede ospedaliere ancora in fase di approvazione.»

Informazioni su Redazione 10166 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.