Industria siderurgica italiana: continua la crescita che consolida il 2° posto europeo

Fra i settori che storicamente trainano l’Italia troviamo la siderurgia, sicuramente uno di quelli che si è dimostrato più affidabile nel corso degli ultimi decenni.

Chiaramente anche il comparto siderurgico ha dovuto affrontare un duro periodo di crisi, che ha coinvolto tutti gli ambiti dell’economia della Penisola. Nonostante questo, però, ha saputo rialzare la testa e riproporsi come una delle certezze made in Italy, tanto da arrivare al punto di consolidare la sua seconda posizione fra i mercati europei.

Ecco perché oggi andremo a studiare i dati di questo settore, facendo un confronto con gli altri paesi e scoprendo i motivi alla base di questo successo tricolore.

I dati sul settore siderurgico italiano

Si comincia dai dati relativi alla ripresa dal periodo di crisi: il 2009 fu infatti un anno di forte ribasso per il comparto della siderurgia in Italia, dato che si perse addirittura un terzo del totale della produzione. I primi segnali di ripresa del comparto emersero nel 2012, salvo poi accusare un nuovo colpo, soprattutto nell’ambito dell’acciaio.

Dal 2015 il settore siderurgico italiano ha definitivamente iniziato una lenta ma costante ripresa: lo sostengono le rilevazioni di Federacciai, secondo cui è stato registrato un incremento del comparto pari al +3,8%. Ad oggi, le previsioni parlano di un totale in termini produttivi che dovrebbe spingersi fino a 25 milioni di tonnellate entro la fine del 2018. Un dato che permetterà all’Italia di consolidare la seconda posizione nella classifica europea e la decima posizione in quella mondiale.

I dati del 2017, infatti, parlavano già di una variazione del +2,9% e di una produzione annua a 24 milioni di tonnellate. In cima alla classifica spicca come sempre la Cina, mentre l’unico paese europeo che ha fatto meglio dell’Italia è stata la Germania (variazione a 3,5% e produzione a 43,6 milioni di tonnellate).

I motivi di questo successo e altre info utili

Il ritrovato successo di questo settore è dovuto a due fattori principali: in primo luogo la crescita della domanda, che analizzeremo fra poco, e in secondo luogo la presenza di un grande livello di qualità.

L’Italia vanta infatti diverse eccellenze nel settore del siderurgico, che coinvolgono non solo la produzione ma anche la lavorazione: ad esempio la saldatura dei tubi inox viene realizzata da aziende come Siera che lavorano artigianalmente e su misura secondo le singole richieste ed esigenze del cliente. Detto questo, arriva il momento di focalizzarsi sugli aumenti in termini di consumo, che hanno riguardato non solo l’Italia ma l’intera Europa. Secondo i dati dell’Ufficio Studi Siderweb, questo 2018 dovrebbe chiudersi con un aumento dei consumi in Italia pari al +2,5%, mentre in Europa si arriverà ad un incremento del +2,1%.

A dispetto delle difficoltà vissute lungo gli anni di crisi, dunque, il settore del siderurgico dimostra di essersi ripreso sia in Italia che in Europa.

Informazioni su Redazione 10173 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.