Al via il progetto “Corro lontano perché mangio sano”

BELLUNO – Lunedi mattina sono stati consegnati ai bambini della prima elementare di Mussoi i contenitori porta merenda donati dalla Coldiretti, da BIM e dalla Camera di Commercio di Belluno e Treviso nell’ambito del Progetto sperimentale “Corro lontano perché mangio sano” di cui l’ULSS 1 Dolomiti, con il Dipartimento di Prevenzione, è capofila.

Si tratta di un programma biennale di promozione di corrette abitudini alimentari e sensibilizzazione all’attività motoria rivolto ai bambini della scuola primaria, realizzato in collaborazione con l’Ufficio Scolastico , LILT, Coldiretti e i Comuni di Belluno, Feltre, Pedavena, Fonzaso e Pieve di Cadore.

Durante lo scorso anno scolastico, nelle scuole che hanno aderito al Progetto, si sono svolte le attività di formazione degli insegnanti per la gestione di momenti di attività fisica in aula attraverso le cd “pause attive”, di progettazione e riqualificazione di orti e giardini che ha visto coinvolti oltre agli insegnanti gli amministratori locali, e infine attività di laboratorio dedicati ai bambini.

I genitori hanno invece partecipato ai Laboratori del gusto nel corso dei quali un cuoco della Coldiretti ha proposto una cucina sana e corretta con l’utilizzo di gustosi prodotti locali.

Quest’anno, si continuano le attività programmate con la novità dei simpatici porta merenda ai bambini delle classi prime delle Scuole primarie che hanno aderito al Progetto, per abituare i piccoli a portare a scuola un frutto o comunque una merenda sana.

Si procederà ora con Feltre (Foen) Pedavena, Fonzaso (Arten), Pieve di Cadore (Valle di Cadore).

Informazioni su Redazione 9838 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.