Aria in Alpago, pubblicati i risultati del monitoraggio

Il sito internet dell'Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto

ALPAGO – Sono stati pubblicati nel sito internet di ARPAV i risultati dei monitoraggi della qualità dell’aria effettuati nel comune di Alpago, relativi alla zona industriale di Paludi (periodi di monitoraggio dal 5 aprile al 29 giugno 2017 – dal 3 ottobre 2017 al 10 gennaio 2018) e al nucleo abitato di Farra d’Alpago (periodi di monitoraggio dal 1 luglio al 1 ottobre 2017 – dal 12 gennaio al 12 marzo 2018).

I dati evidenziato, per il periodo invernale, la relativa presenza di polveri PM10  e concentrazioni rilevanti di Benzo(a)Pirene, più accentuate nel sito di Farra d’Alpago.  Il sito industriale di Paludi è pianeggiante ed esposto all’azione dei venti, mentre il sito urbano di Farra d’Alpago è in posizione chiusa e parzialmente schermata dai venti, circondato da un nucleo abitato in cui sono tradizionalmente  diffusi  sistemi di  riscaldamento domestico alimentati con biomasse.  Si può quindi ritenere che  la morfologia del territorio e la presenza di sistemi di combustione di biomasse siano i  maggiori responsabili  della maggior concentrazione di Benzo(a)Pirene rilevata nel sito di Farra d’Alpago.

Il link alla relazione: http://www.arpa.veneto.it/arpav/chi-e-arpav/file-e-allegati/dap-belluno/aria/Qualita-dellaria-prov-bl/comune-di-alpago/Rel_Complessiva_Alpago_Paludi_Farra-2017-18.pdf

Informazioni su Redazione 9780 Articoli
GOBelluno Notizie © è un quotidiano on line che tratta argomenti inerenti alla Provincia di Belluno. E' una testata giornalistica registrata al Tribunale di Belluno in data 21/12/2011 al n. 7 del Registro della stampa e con Direttore Luca Mares.

Commenta per primo

Lascia un tuo commento all'articolo ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.